lunedì 27 maggio 2013

RECENSIONE: THE SELECTION



“35 ragazze, 1 corona. La competizione di una vita.”

Incuriosita dalle premesse (e dalla copertina sfumata sul blu, il mio colore preferito) ho deciso di acquistare il libro, per dedicarmi ad una lettura piacevole e poco impegnativa. E devo dire, nonostante la miriade di recensioni e opinioni negative spulciate su internet, di non essermene pentita.
Ho trovato la lettura assolutamente piacevole. Certo, il romanzo manca in alcune parti di “contenuti”, la protagonista è una giovane confusa e dagli aspetti contrastanti e la storia scende spesso sul frivolo, però io non mi aspettavo molto di più.

“L’importante è partecipare, vincere o…innamorarsi?”.

Credo che questa frase riassuma perfettamente la volontà della scrittrice nel proporci questo romanzo. 



Titolo: The Selection
Autrice: Kiera Cass
EditoreSperling & Kupfer
Genere: Dispotico
Anno pubblicazione: 2013
Pagine290
Prezzo: 17,90 euro
 
Molti anni dopo la Quarta guerra mondiale, in un Paese lontano, devastato dalla miseria e dalla fame, l'erede al trono sceglie la propria moglie con un reality show. Spettacolare. Così, per trentacinque ragazze la Selezione diventa l'occasione di tutta una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di fatica e povertà. Di conquistare il cuore del bellissimo principe Maxon, e di sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America Singer è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa tra le mura di un palazzo che non conosce ed entrare a far parte di una gara crudele. In nome di una corona - e di un uomo - che non desidera. Niente e nessuno, infatti, potrà strapparle dal cuore il ragazzo che ama in gran segreto: il coraggioso e irrequieto Aspen, l'amico di sempre, che vorrebbe sposare più di ogni altra cosa al mondo. Poi, però, America incontra il principe Maxon, e la situazione si complica. Perché Maxon è tutto ciò che Aspen non sarà mai: affascinante, gentile, premuroso e immensamente ricco. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare...



Non lasciatevi ingannare troppo dal genere. Anche se The selection è classificabile come un dispotico, ambientato in un futuro lontano devastato dalla miseria, la storia di America Singer si presta perfettamente ai nostri tempi. Mi spiego meglio. America ha 16 anni, vive in un Paese chiamato Illéa dove la popolazione è divisa in caste numerate dall’Uno all’Otto, in ordine di importanza e ricchezza sociale. Sicuramente noi non siamo catalogati con numeri (ma direi che manca poco ormai), comunque facciamo parte di “ceti sociali”, quindi non è difficile immaginare lo stile di vita ad Illéa.
America in particolar modo è una Cinque, gruppo sociale degli artisti, canta e suona per mestiere, oltre che per passione. La vita per la sua famiglia non è sempre stata facile perché essere una Cinque oltre a voler dire essere un “artista” significa sacrificio e ristrettezze economiche. Per questo motivo, la madre di America è disposta a tutto pur di far partecipare sua figlia all’evento più importante che possa verificarsi nella vita di una ragazza: The selection, una competizione tra 35 ragazze accuratamente selezionate tra i vari gruppi sociali con in palio un premio davvero prestigioso: il matrimonio con il principe Maxon. 
Tutto questo si presenta alla giovane America come un vero incubo. Lei infatti è innamorata in gran segreto di Aspen, il ragazzo più bello della città, dai capelli scuri e gli occhi verdi, sorriso enigmatico, pieno di mistero ma facente parte del gruppo dei Sei, addirittura un ceto più in basso di America. Davvero un gran problema nel regno di Illéa. Ma i due ragazzi sono innamorati da due anni e sognano di sposarsi, almeno fin quando la “selezione” e i dubbi di Aspen scuotono completamente la vita e la sicurezza di America. La ragazza, spinta a partecipare dai suoi genitori e da Aspen stesso, si ritroverà suo malgrado a dover vivere al castello di Illéa in competizione con altre 34 ragazze. Perché America è bellissima ed è stata selezionata e non può far altro che stare al gioco, anche se il suo cuore è impegnato. 
La sua indole stona subito con la vita lussuosa e lo stile prestigioso che si respira al palazzo reale. La ragazza spiccherà subito per la sua diversità: in fondo America rimane una Cinque a tutti gli effetti anche se è in competizione per diventare una Uno. Ma a lei non interessa quel tipo di vita e anche se ferita dopo la rottura della sua storia con Aspen, il suo primo incontro con Maxon non è promettente. Non riesce a fingere e ad essere gentile con un tipo così: un principe impettito, immensamente ricco che si affida ad uno sciocco reality show per trovare l’amore della sua vita. 
Ma come tutte le storie più belle e come tutti i romanzi young adult che si rispettino, le cose tra i due cominceranno a cambiare, perché America scoprirà un lato del principe molto premuroso, educato, gentile e affascinante. Chi l’avrebbe mai detto? Ed è qui che inizia a crearsi il tanto famigerato triangolo. Da una parte c’è Aspen, un Sei ostinato e coraggioso, l’amore di sempre e dall’altra c’è Maxon, principe ricco e premuroso. La scelta per America si farà sempre più complicata e il finale vi lascerà col fiato sospeso. 

Come avrete capito la storia è un pochino frivola, in quanto incentrata su una competizione tra ragazze che vogliono aggiudicarsi il premio finale: l’amore del principe Maxon. Ma questa frivolezza che si intuisce subito dalle premesse, rende la lettura scorrevole e piacevole. La scrittrice infatti, usa un linguaggio semplice e diretto. I personaggi non sono delineati perfettamente nel senso che hanno svariate sfumature e caratteri contrastanti. America in particolar modo è forte e tenace, riesce a tenere testa al principe Maxon non rinnegando mai le sue umili origini ma è comunque una ragazza confusa e poco chiara. Maxon è un principe nobile, gentile e premuroso ma un ragazzino ancora inesperto che non riesce a prendere decisioni ferme. Aspen invece è orgoglioso e irrequieto ma comunque confuso e poco coerente. Insomma non aspettatevi personaggi dalle forti personalità. 

Ho trovato comunque molto interessante la grinta di America nell’affrontare le sue “avversarie” e la sua tenacia nel vantare le proprie “umili” origini. Interessante è tutto ciò che ruota intorno alla selezione e ovviamente alle vicende amorose di America, anche se, secondo me, manca un pizzico di passione. Sinceramente ho trovato la lettura piacevole. Ma non voglio anticiparvi troppo, vi dico solo che quando sono arrivata alla fine ho voltato pagina convinta di trovare un altro capitolo invece ho sbuffato pensando subito al seguito che già attendo con impazienza. 
Sicuramente un romanzo che ha fatto molto parlare di se, anche a seguito della notizia che ha confermato la volontà della Warner Bros di farne una serie televisiva. Interessante davvero, cercherò di tenervi informati, nel frattempo …buona lettura!

Giudizio finale: consigliato a chi non si stanca mai di leggere storie d’amore tra personaggi molto diversi. Lettura piacevole e scorrevole con un finale a sorpresa. Lo so che molti di voi non saranno d'accordo con me ma io The Selection lo promuovo a voti alti!!!



5 commenti:

  1. sono daccordo con il tuo pensiero iris anche io lo trovo bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta Arwen ...allora non ci resta che aspettare il secondo!!!

      Elimina
  2. Iris mi hai incuriosito...! Mi presti il libro?? ;-)

    RispondiElimina
  3. Certo Violet, anche se abbiamo quasi sempre pareri contrastanti, ti consiglio di leggerlo :)

    RispondiElimina
  4. Bella recensione cara Iris!^^la storia mi sembra particolare ed interessante,le competizioni sono sempre avvincenti...:)

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^