venerdì 5 luglio 2013

Recensione: Liberami di J. Kenner

Il genere che sta cercando di spodestare tutti gli altri in Italia è l’erotico. Grazie al fascinosissimo Mr Cinquanta Sfumature, nell’ultimo anno le nostre librerie si sono riempite di volumi e titoli davvero stuzzicanti. L’unica pecca, o fortuna, è che pochi restano indimenticabili. Liberami è il nuovo romanzo erotico della scrittrice Jennifer Kenner, uscito per la Nord il 18 aprile scorso. Un’attrazione potente, desideri nascosti e anime tormentate sono gli ingredienti che ricalcano un po’ il genere e che arricchiscono il primo capitolo della “Stark Trilogy”. Un romanzo che ha saputo quasi conquistarmi. 


Titolo: Liberami
Autore: J. Kenner
Editore: Nord
Pagine: 378
Prezzo: € 14,90

Nikki Fairchild si è lasciata tutto alle spalle: la famiglia iperprotettiva, i concorsi di bellezza cui la madre la costringeva a partecipare, i ricordi di un'adolescenza solo apparentemente felice. Adesso Nikki vive a Los Angeles e lavora per un'importante società informatica. Ma, durante un party, fa un'incontro che le stravolgerà l'esistenza. Damien Stark. A un certo punto della sua vita, anche Damien aveva deciso di ricominciare daccapo. Tennista di fama mondiale, era sparito nel nulla da un giorno all'altro, per poi tornare alla ribalta come investitore, collezionando una serie impressionante di successi. Giovane, affascinante e ricchissimo, Damien è una persona cui è difficile, se non impossibile, dire di no. Ed è quindi con enorme sorpresa che incassa il secco rifiuto di Nikki a un'offerta per cui molte donne venderebbero l'anima al diavolo. Eppure Nikki sembra irremovibile. Anche se, in fondo al cuore, lei ha già capito di essere perduta. Fin dal primo istante, infatti, tra i due è nata una complicità tanto profonda da non poter essere repressa. Un sentimento così puro e sincero da spazzare via ogni paura. Un'attrazione tanto potente da sgretolare le loro difese e mettere a nudo le loro anime, rivelando i segreti di un oscuro passato di cui entrambi portano le cicatrici. Perché soltanto insieme potranno finalmente essere liberi.



Nikki Farchild è una ragazza bellissima e intelligente. Durante una festa tra milionari e celebrità incontra l’affascinante imprenditore ed ex tennista di fama mondiale Damien Stark. Ok, scatta l’ennesima scintilla. Ok, accade tutto un po’ troppo velocemente, ma sta di fatto che tra i due protagonisti nasce una forte attrazione che li butterà l’uno tra le braccia dell’altro. E questo dopo essersi a malapena rivolti la parola. Bè, a malapena no, perché un bel po’ di parole se le sono dette…comunque è “amore” a prima vista. Forse sono stata un po’ cattiva a giudicare l’inizio del libro e infatti continuando a leggere, la storia decisamente migliora. Siamo rimasti al punto che, si desiderano, si cercano, si stuzzicano, insomma impazziscono l’uno dell’altra. Nikki, nonostante cerca di stare alla larga da Damien, per paura di essere l’ennesima conquista, non riesce a raggiungere il suo proposito perché…bè…è colpa sua. Una sera, dopo un incontro mordi e fuggi, Damien si presenta a casa della ragazza e le fa una proposta davvero indecente: posare per lui completamente nuda, di modo che il ritratto vada a finire nella sua camera da letto a guardare il tramonto sulla spiaggia di Malibù (e qui ci vorrebbe un oohhh!). E qui i due raggiungono un accordo. Lei posa nuda, Damien in cambio le offre un milione di dollari per iniziare una sua attività (perché dovete sapere che Nikki è un geniaccio della tecnologia), e una storia d’amore o di letto – come volete – con lui. Nikki per così poco non poteva che accettare…

Nikki non mi è piaciuta. O meglio, non mi ha convinto. Nonostante la sua difficile infanzia con una madre dispotica che la costringeva a partecipare ai concorsi di bellezza fino all’adolescenza, la sua ambiguità nel suo modo di rapportarsi mi ha lasciato un po’ perplessa. A volte sembrava perbenista, altre volte una donna fuori controllo che voleva fare solo un pò di sesso. E’ vero che la povera ragazza ne ha dovute passare davvero tante e forse nel romanzo è uscito più quel lato ribelle che la maschera di ingenuità e riservatezza, ma il fatto è che non mi ha convinto.  
Damien non poteva non piacermi. E’ forte, intelligente, romantico, sicuro di sé, con un passato forse molto più oscuro di quello di Nikki e che in questo primo romanzo non è venuto esattamente a galla. Le sue entrate in scena erano davvero stimolanti per l’immaginazione e le sue parole e i suoi sguardi decisamente da capogiro. Se non fosse stato per lui tutta la storia sarebbe risultata un po’ noiosa. 
Ci sono altri personaggi che arricchiscono la trama, come Jamie, la migliore amica e coinquilina di Nikki, un personaggio che ho trovato fastidioso fin dall’inizio e che ne ho avuto prova molto più avanti, e Ollie anch’egli migliore amico e poggiaspalla della protagonista (Ollie ti adoravo ma mi hai deluso anche tu! Ma proprio con quell’idiota?!). 

La Kenner ha scritto un romanzo sensuale, dolce, sofferto, le pagine si susseguono molto velocemente e non rimani a supplicare una scena in più tra i due protagonisti. No. Perché soffrono, gioiscono e vivono insieme. Sono sicura che il secondo libro sarà ancora più bello. Il primo ha mantenuto una premessa che spero andrà concretizzata nel successivo. Lo spero davvero, perché ho bisogno di conoscere il segreto che si cela dietro il volto bellissimo e riservato di Damien Stark.

Giudizio finale: consigliato agli amanti del genere. 

1/2

8 commenti:

  1. Ahi ahi..3 1/2 non è da te..si vede che qualcosa non ha funzionato..io l' ho abbandonato subito, chissà che con le vacanze estive non lo riprenda con aspettative però minori :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione. Qualcosa non mi ha convinto. Il fatto è che quando trovo le protagoniste femminili ambigue non mi tornano i conti. I protagonisti maschili sono decisamente un'altra cosa ;-)

      Elimina
    2. Il protagonista maschile ti è piaciuto perchè voi donne ricercate il principe azzurro forte, intelligente, romantico come Damien.

      Elimina
    3. E chi non lo cerca!
      Anonimo la prox volta firmati però eh ;)

      Elimina
  2. Il genere non mi convince e il personaggio femminile mi è già antipatico, non fa per me. Però bella recensione Violet, come al solito. Sei riuscita a rendere chiaro il messaggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Iris. Non è proprio antipatica, ma la credevo meglio... ;)

      Elimina
  3. Mmmmmh, se non ha convinto te figurati me che non apprezzo per nulla il genere...ma la recensione è ottima come sempre, complimenti capo!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ha convinto la protagonista ma sicuro voglio leggere il seguito ^_^

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^