martedì 3 settembre 2013

Un libro: THE SELECTION di KIERA CASS, Una canzone: THIS WOMAN'S WORK di KATE BUSH vr Cime tempestose "Wuthering Heights"

Cari amici, ma soprattutto care amiche, voglio dedicarvi una canzone di alto livello artistico e dalle infinite sfumature melodiche. Oggi cambiamo decisamente tono, ci allontaniamo dal rock (ma non troppo), ci avviciniamo al classico (ma non molto), ci scostiamo dal pop e ci tuffiamo in un mare di vellutate note musicali. Alzate le vostre casse e rilassatevi. Voglio accompagnarvi nella lettura di un libro di cui vi ho già parlato qualche settimana fa, The Selection di Kiera Cass, soffermandoci su un tratto della storia che ho trovato particolarmente coinvolgente, proprio come la canzone che ho scelto come sottofondo,“This woman's work” di Kate Bush.  
“Potevo anche essere una Cinque, ma non ero inutile.”

UN LIBRO
Titolo: The Selection
Autrice: Kiera Cass
Anno pubblicazione: 2013
Pagine: 299
Prezzo: 17,90 euro
Vi ho già parlato di questo libro, un po’frivolo ma piacevolissimo. The Selection è una storia incentrata su una competizione tra ragazze che vogliono aggiudicarsi l’amore di un bellissimo e ricco principe, Maxon, ma ovviamente solo una è destinata a“vincere” e a coronare il sogno “principesco”. Protagonista della storia è America Singer, giovane ragazza disinteressata alla ricchezza e al potere e innamorata del suo amico di sempre Aspen. Costretta dagli eventi (ma soprattutto “costretta” da sua madre) America si troverà a partecipare alla “Selezione”, un’occasione destinata a cambiare per sempre il suo destino. Un gioco apparentemente affascinante e pittoresco, una gara incorniciata da feste, gioielli e abiti scintillanti, un sogno per molte ragazze ma non per America Singer. Per lei è davvero un incubo, soprattutto perché il suo cuore appartiene ad Aspen, nonostante lui l’abbia lasciata e ferita. E poi America è diversa dalla maggiorparte delle concorrenti in gara, perché è una numero Cinque, il ceto sociale degli artisti, molto distante dalle ricche e fastose caste di cui fanno parte le altre. Ma il destino si sa, a volte ci mette lo zampino. E così, quello che all’inizio sembra un incubo, si trasformerà pian piano in una piacevole esperienza, un’occasione come poche che avvicinerà America a Maxon, un principe affascinante, serioso e divertente a modo suo. America è una ragazza confusa e a volte ambigua ma è tenace, forte e determinata e soprattutto non rinnega mai le sue umili origini. Per questo mi piace.
<<Oh, suona per noi!>> mi pregò Marlee.
<<Per favore America, è il mio compleanno!>> le fece eco Kriss.
<<Ma hai già un…>> Per quanto protestassi, Kriss e Marlee avevano già zittito il quartetto e avevano costretto tutti a venire sul fondo della stanza. Alcune ragazze si sedettero sul pavimento mentre altre tirarono una sedia per avvicinarsi a me. Kriss rimase in piedi al centro del gruppo, felice e piena di aspettativa; Celeste invece continuava a stringere il bicchiere di cristallo da cui non aveva ancora bevuto un sorso.
Attenzione al volume delle casse, vi consiglio di alzarlo e di leggere il resto della trama (giusto qualche riga si intende) con questo speciale sottofondo
UNA CANZONE
TITOLO: This Woman’s Work
ARTISTA: Kate Bush
GENERE: Art Rock/Classic Rock
PRODUTTORE: Kate Bush
ALBUM: The sensual World
ANNO: 1989
DURATA: 3 min. e 42 sec.

La meravigliosa voce che ascoltate in sottofondo è quella di Catherine Bush, nota come Kate Bush, talentuosissima cantautrice inglese, conosciuta per la sua voce sopranile. La canzone è stata scritta inizialmente come colonna sonora del film She’s Having a Baby, contenuta poi nell’album The Sensual World del 1989.  Io la trovo particolarmente deliziosa e adatta a questo breve accenno di storia tratto da The Selection.


Mentre le ragazze si accomodavano, io accordai lo strumento. Il quartetto che aveva suonato prima mi raggiunse per accompagnarmi, e i pochi domestici che correvano qua e là per la stanza si fermarono.
Inspirai e mi portai il violino al mento. << Per te>>, dissi guardando Kriss, poi chiusi gli occhi e lasciai fluire la musica.
Tutt’a un tratto esistevano solo le note che si innalzavano nell’aria, che si rincorrevano, fuggivano e si ripigliavano, e quello che era nato come un regalo per Kriss lo diventò per me.
Potevo anche essere una Cinque, ma non ero inutile.
Eseguii un brano che mi era familiare come la voce di mio padre, come l’odore della mia camera, e fui rapita dalla musica fino all’ultima nota.
Mi voltai a guardare Kriss, sperando che avesse apprezzato il mio regalo, ma non riuscii neppure a scorgere il suo viso. Dietro la folla di ragazze, vidi che era entrato Maxon.
Indossava un vestito grigio e portava sottobraccio una scatola per Kriss. Le ragazze stavano educatamente applaudendo ma io non ci feci caso. Tutto ciò che vidi fu che Maxon aveva un’espressione piena di meraviglia e ammirazione, che lentamente si trasformò in un sorrisoo rivolto solo a me. 

Cosa ne pensate della canzone? Io la trovo deliziosa anche se molti di voi ricorderanno la meravigliosa voce di Kate Bush intonare le acute note di Wuthering Heights. Vero? Wuthering Heights, letteralmente “Cime Tempestose”, vi fa venire in mente forse qualcosa? Scopriamolo insieme. 
  ***

UN LIBRO
Titolo: Cime Tempestose
Autrice: Emily Brontë
Anno pubblicazione: 1847 (I edizione originale)
Cime tempestose è l’unico romanzo della scrittrice inglese Emily Brontë, pubblicato per la prima volta nel lontano 1847. Una seconda edizione fu curata in seguito da Charlotte Brontë, sorella di Emily. Il romanzo narra la storia di Heathcliff e del suo amore per Catherine.  Un racconto forte e profondo, un classico della letteratura inglese che ancora oggi da vita a dibattiti accesi sul contenuto e sul vero significato dell’amore. Cime tempestose ha ispirato molti registi e non solo. 
Non gli dirò quanto lo amo, e non perché sia attraente, ma perché è per me più di quanto lo sia io stessa.
Io lo amo più di me stessa, Ellen; e lo so da questo: tutte le sere io prego di potergli sopravvivere, perché preferirei essere infelice io, piuttosto che saperlo infelice. È la prova che l'amo più di me stessa.
Ho condotto una ben dura esistenza, dal giorno che ho cessato di udir la tua voce. Ma tu devi perdonarmi: perché ho lottato solo per te.

UNA CANZONE
TITOLO: Wuthering Heights
ARTISTA: Kate Bush
GENERE: Art Rock/Classic Rock
ALBUM: The Kick Inside
ANNO: 1978
DURATA: 4 min. e 29 sec.
Kate Bush debuttò nel 1978 con il brano Wuthering Heights, canzone ispirata all’omonimo romanzo “Cime tempestose” della scrittrice inglese Emily Brontë. La hit conquistò un grande successo internazionale e rimase al vertice delle classifiche di quasi tutto il pianeta, compresa l’Italia.

3 commenti:

  1. Brava Iris, ottima scelta. Mi piace Kate Bush!! Le canzoni che hai messo sono entrambe ricordi d'infanzia. Cime tempestose è una palla collassale, non mi è proprio piaciuto mentre The Selection è nelle mie prossime letture...si spera.

    RispondiElimina
  2. Accostamenti interessanti cara Iris, brava!^^ A me piace molto la voce di Kate, la trovo unica...:) Il libro sembra bello, ricordo che ne avevi già parlato. Sono stranamente d'accordo con il capo però: Cime Tempestose è peggio che il cloroformio!:D

    RispondiElimina
  3. Sono contenta che la scelta delle canzoni vi sia piaciuta :) ...un po' meno quella di Cime Tempestose (: che anche io considero... una palla colossale!

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^