martedì 8 ottobre 2013

Recensione: TROPPO BELLO PER ESSERE VERO di KRISTAN HIGGINS

Sognare per una vita intera di incontrare l’uomo perfetto, quello che fa girare la testa e poi conduce all’altare.  E se fosse bellissimo, affascinante, misterioso e abitasse proprio vicino casa? Sarebbe…Troppo bello per essere vero.


 
Titolo: Troppo bello per essere vero
Autrice: Kristan Higgins
EditoreHarlequin Mondadori
Anno pubblicazione: 2013
Pagine236
Prezzo: 9,90 euro
C’è chi guarda le vetrine desiderando cose che non potrà mai permettersi, chi invece ammira le foto di alberghi di lusso in cui non andrà mai. Io mi sono spesso immaginata di aver incontrato un ragazzo carinissimo e perfetto quando invece non esisteva. Come quel giorno in cui avrei preferito restarmene a casa anzichè partecipare a un matrimonio. Non era tanto la cerimonia a disturbarmi, quanto il fatto che ci sarebbe stato quel bastardo del mio ex, al braccio di mia sorella, per giunta, mentre io sarei arrivata da sola. L’unica soluzione era inventarsi un fidanzato, un tipo meraviglioso e affascinante con sex appeal da vendere e un tagliente senso dell’umorismo. Uno di quelli per cui le altre sbavano di invidia e sarebbero disposte a tutto pur di rubartelo... Di sicuro uno così non è l’uomo della porta accanto, sarebbe troppo bello per essere vero.



           RECENSIONE         

Qualche giorno fa nella mia rubrica “Un libro una canzone” vi ho già parlato di questo libro divertente che ho abbinato ad una canzone altrettanto divertente della fantastica Cindy Lauper, “Girls Just want to have fun”.
La storia proposta dalla Higgins è fresca, frivola e piacevole, in particolar modo grazie alla protagonista ideata dall’autrice. 
Grace è una trentenne un po’ goffa che cerca di risollevarsi dopo un brutto colpo: a pochi giorni dal matrimonio è stata lasciata dall’uomo che pensava fosse quello della sua vita. Il lettore, ma soprattutto “la lettrice”, si troverà subito in sintonia con Grace.

  “Non era tanto la cerimonia a disturbarmi, quanto il fatto che ci sarebbe stato quel bastardo del mio ex, al braccio di mia sorella, per giunta, mentre io sarei arrivata da sola.”

Non si può non essere solidali e in qualche modo immedesimarsi con la protagonista un po’ sfortunata, simpatica e insicura…talmente poco sicura di se stessa da dover fingere di…aver incontrato un uomo fantastico. In noi donne si sa, il dono dell’immaginazione è molto sviluppato, abbiamo proprio un talento nel “fantasticare”e spesso ci capita di vivere veri e propri sogni ad occhi aperti. Vi sarà capitato da ragazzine di perdere la concentrazione durante una lezione di matematica e abbandonarvi a soffici pensieri: qualcuna di voi sarà andata a passeggio con il suo cantante preferito, qualcun’altra avrà preso un gelato con l’attore dei sogni. Proprio come noi anche Grace era una vera forza dell’immaginazione ma arrivata a trent’anni pensava di non dover ricorrere più a sciocche bugie per non apparire un po’ “sfigatella”. Tutte noi almeno una volta nella vita abbiamo raccontato piccole frottole per sopravvivere allo spettegolezzo di paese (non fate quelle facce lo so che qualche bugia l’avete raccontata). E così quando al matrimonio della cugina Grace sente gli occhi di tutti gli invitati puntati addosso con sguardo compassionevole …bhè non può fare a meno di raccontare una piccola bugia, tanto per salvare la faccia. Inventare un fidanzato meraviglioso e con una certa posizione professionale le era parsa l’unica soluzione plausibile in quel momento. Ma le bugie…hanno le gambe corte. Come farà Grace a mettere a freno la curiosità dei suoi familiari che vogliono conoscere a tutti i costi  il suo nuovo fidanzato? Povera Grace.
Come avrete capito la protagonista è molto spiritosa e ironica e ne combina davvero tante, soprattutto quando a farle visita arriva il suo nuovo vicino di casa, un uomo affascinante e di bell’aspetto che le farà girare la testa. Ma Grace non gli riserverà subito una calda accoglienza. Vi dico solamente che al primo incontro lo scambierà per un ladro e al secondo lo colpirà con un rastrello. Scommetto che adesso ho acceso la vostra curiosità. Vorrei aggiungere che il vicino nasconde un piccolo segreto e se ora vi è venuta voglia si scoprirlo allora… non vi resta che leggere “Troppo bello per essere vero”. 

Giudizio finale: Lettura davvero piacevole e divertente adatta ad ogni stagione e per ogni emozione.

Una storia dal gusto perfetto: romantica ma mai sdolcinata, con una spruzzata di humor tutto pepe."— Booklist


images/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gif

4 commenti:

  1. Ottima recensione cara Iris, la storia è davvero carina, in qualche modo mi ha ricordato un pò "Il matrimonio del mio miglior amico" e "Ricatto d'amore"!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Indil è molto divertente in effetti come "Il matrimonio del mio migliore amico" :)

      Elimina
  2. Io ho adorato questo llibro!! Fa morir dal ridere!! Bella recensione Iris. Grrrrrr

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^