lunedì 4 novembre 2013

POPCORN: DARK SKIES


Cari amici, oggi nella mia rubrica si parla di alieni con Dark Skies. Gli ufo e i dischi volanti mi hanno sempre inquietato parecchio. Fortunatamente non mi è  mai capitato di vedere strani oggetti nel cielo e neppure omini verdi a passeggio nei boschi vicino casa, non sarei sopravvissuta allo shock. Molti sono stati gli  avvistamenti di dischi volanti non identificati nei cieli di tutto il mondo, così come le testimonianze di coloro che affermano di essere stati rapiti, da esseri venuti dallo spazio. Ognuno di noi può avere la sua opinione a riguardo, la mia è sempre la stessa: non è detto che ciò che non vediamo con i nostri occhi, non sia reale. Non voglio scatenare panico fra la popolazione o roba del genere, ma penso che la convinzione di essere soli in un universo così grande, sia come minimo presuntuoso da parte nostra. Forse sarà che sono la più grande fifona del west, ma non escludo nessuna possibilità. Quindi per non procurarmi ulteriori ansie, generalmente evito di guardare film che parlano di invasioni aliene. Vedere il film di Scott Stewart, è stato un disperato tentativo di esorcizzare i miei timori verso i misteri dell'universo, pienamente naufragato.

Lacy (Keri Russell) e Daniel (Josh Hamilton) Barrett trascorrono tranquillamente la loro vita in quartiere residenziale, affrontando i problemi comuni a tante famiglie come la loro. Jasse (Dakota Goyo), il figlio maggiore della coppia, attraversa la tipica fase adolescenziale con qualche difficoltà.  Sam (Kadan Rockett)  il suo fratellino, si diverte "riabilitando" le lucertoline malate che trova in giardino. Daniel purtroppo ha perso il lavoro di recente e Lacy cerca di barcamenarsi fra il lavoro di agente immobiliare e famiglia, per pagare le bollette.  Vivono il più serenamente possibile fino a quando una presenza misteriosa, si introduce in casa lasciando segni evidenti del suo passaggio. Una notte, Lacy trova il frigo depredato di tutta la frutta e verdura, con relativi resti di cibo sparsi per tutta la cucina. Durante quella seguente, le scatole e i barattoli della dispensa, sono accuratamente messi uno sopra l'altro a formare alte torri.

I Barrett ripristinano il sistema di allarme che avevano disattivato per risparmiare. Nel frattempo, la speranza di un nuovo lavoro per Daniel svanisce, questo crea tensione nella coppia e insicurezza nei figli che li sentono litigare. La notte, l'intera famiglia viene svegliata di soprassalto dall'antifurto, secondo il quale tutti gli ingressi di casa sono stati violati simultaneamente. Non c'è stata nessuna infrazione però, di conseguenza si pensa ad un malfunzionamento dell'impianto. Lacy resta sconvolta nel constatare che tutte le cornici sul mobile del salotto sono vuote, le foto di famiglia sono scomparse. Il poliziotto chiamato per indagare, pensa che sia una goliardata di Jasse e Sam per attirare l'attenzione dei genitori. Daniel crede che il piccolo Sam abbia dei problemi psicologici, il bimbo parla spesso di un "omino dei sogni" che viene a trovarlo mentre dorme. Inoltre è preoccupato per Jasse, che ha come amico un ragazzo più grande di lui, il quale potrebbe influenzarlo negativamente. Ritiene i figli responsabili degli ultimi fatti accaduti. Questo contribuisce a minare l'unità familiare.

 Sam ha uno strano comportamento al parco mostrando chiari segni di instabilità. Nello stesso momento, centinaia di uccelli si abbattono sulla casa dei Barrett, senza un apparente motivo. Le telecamere di sicurezza installate all'interno dell'abitazione, sembrano essere disturbate da misteriose onde elettromagnetiche. Niente ha una spiegazione logica. La famiglia viene lentamente isolata dal resto del vicinato che ritiene Lacy e Daniel capaci di maltrattamenti, dopo che un'amica di famiglia scopre dei vistosi lividi sul corpo di Sam, durante un pomeriggio in piscina. Nessun membro della famiglia Barrett, di fatto,  possiede più il controllo sul proprio corpo. Qualcuno o qualcosa li usa come marionette. Lacy fa delle ricerche su internet e scopre che tutto quello che sta succedendo non è un caso isolato. Altre persone hanno avuto gli stessi problemi e si sono rivolti ad Edwin Pollard (J.K.Simmons), un esperto di rapimenti alieni. Queste misteriose forze oscure potranno essere contrastate?

Gli alieni di Dark Skies assomigliano in maniera sconcertante a presenze demoniache. I "grigi", ovvero gli esseri alti dal colorito cinereo, con grandi occhi neri totalmente inespressivi, non assomigliano affatto al simpatico extraterrestre E.T. al quale ci siamo affezionati da bambini. Non vogliono usare il nostro telefono per chiamare casa e farsi venire a prendere da mamma e papà. La loro intenzione è quella di piazzare dietro l'orecchio di un povero sventurato, un impianto che permetterà loro di controllare mente e corpo. Come fossimo tanti topolini da laboratorio. Vi è mai capitato, di essere tranquillamente fra le braccia di Morfeo ed essere svegliati dalla sensazione che qualcuno vi stia osservando? Nel mio caso, si tratta di mio marito che con sguardo minacciosamente amorevole mi invita a "fare meno baccano". E se al posto di un viso familiare, ci fossero due occhioni neri, un viso rugoso e un naso rosso? No...non c'è traccia di naso, ed è proprio questo l'imput che dovrebbe mettervi in allarme e farvi chiamare la cavalleria.

Sarei alquanto seccata se gli alieni mi rovinassero le orecchie di elfo con i loro aggeggi tecnologici, ma la cosa che mi infastidirebbe di più in assoluto, sarebbe il saccheggio selvaggio del frigorifero. Nessuno deve varcare le porte del mio regno senza permesso: l'insalata e i pomodori ,sono affari di famiglia. Non tollererei neppure le torri fatte con le scorte in dispensa: qualche anima pia ha mai detto a questi tizi che non si gioca con il cibo? Nel film si capisce chiaramente, che le persone prese di mira dagli alieni, non hanno nulla di speciale. Hanno una vita normale con i problemi che abbiamo tutti. Perdonatemi, ma ho una visione improvvisa di tre esseri dalla testa a forma di pera, che se ne stanno sull'astronave a fare "ambarabaciccicoccò" per decidere in che giardino atterrare, ma sorvoliamo. Le moderne tecnonologie per evitare irruzioni indesiderate in casa, sono inefficaci contro di loro: questo significa che posso prendere il mio antifurto (che si chiama Bella, quando l'ho installato stavo finendo di leggere Twilight. Mi pareva il minimo dare un nome alla "voce" di casa) e gettarlo dal balcone. Idem per le telecamere di sicurezza che al passaggio dei "watussi grigi", si mettono a ballare la polka.

La cosa più sconvolgente però, è che manipolano le vite in modo da creare contrasti negli affetti familiari. Cercano di allontanare i membri della famiglia gli uni dagli altri. Insinuano dubbi nelle menti umane, per poter colpire senza pietà quando esse vacillano. E' questo che accade nel film: il nucleo familiare dei Barrett è ad un passo dal disgregarsi, solo l'amore può evitare che questo avvenga. Le loro certezze vanno a farsi benedire, insieme alla considerazione che il vicinato ha per loro. Gli strani fenomeni che accadono intorno alla famiglia contribuiscono all'isolamento della stessa. E' risaputo che quando le persone non hanno una spiegazione razionale dinanzi a fatti straordinari, tendono ad allontanarsi. Quelle che fino a poco prima erano persone di tutto rispetto con sani principi e tanti amici, diventano degli esseri degenerati e violenti. Così i nostri protagonisti devono affrontare la minaccia aliena, contando solo sulla forza che hanno come famiglia. Mentre il resto del paese festeggia il 4 luglio con fuochi d'artificio spettacolari, i Barrett dovranno affrontare una lotta decisiva. L'isolamento totale è stata la cosa che più mi ha rattristato mentre guardavo questo film: quelli che reputiamo amici, spesso difronte a difficoltà o ad eventi particolari, ci abbandonano al nostro destino. Chi ci ama, dovrebbe farlo anche se ci spuntasse un terzo occhio sulla fronte. A volte questo non succede purtroppo.

La scena più spettacolare, è sicuramente quella che vede abbattersi gli uccelli sulla casa. Lacy si prende una pausa dalle faccende domestiche, guardando fuori dalla finestra. All'improvviso un colpo secco la fa trasalire, subito dopo la donna si accorge che un piccolo volatile ha sbattuto sul vetro e sta esalando l'ultimo respiro sul cornicione del tetto. Lacy impietosita, sta per aprire la finestra, quando altre centinaia di uccelli si schiantano sull'intera casa che da bianca diventa a chiazze rosse. Il quartiere è allibito: gli esperti chiamati a dare una spiegazione, parlano di un'epidemia. Si ipotizza persino che gli uccelli siano stati disorientati da campi elettromagnetici. Quest'ultima spiegazione però sarebbe valida se lo stormo fosse unico, ma nel caso specifico sono tre. Succedesse a me, lo interpreterei come un catastrofico segno di sventura, non vorrei sentire ragioni e mi trasferirei con gatti e bagagli, il più lontano possibile. A proposito di gatti: durante la storia, si constata che questi ultimi non sono in grado di segnalare la presenza degli extraterrestri, che a quanto pare sono già tra noi (avete un vicino sospetto? Se al vostro gatto sta simpatico, non invitatelo mai a cena!). Mentre gli amici cani, sono molto più sensibili riguardo l'argomento. Amo gli animali, ma essendo io sempre circondata da gatti, posso attaccarmi al tram o all'astronave, nel caso specifico.

Che siate amanti degli "omini dei sogni" o meno, vi consiglio di guardare questo film. Tratta in maniera precisa il tema, con la giusta atmosfera dark e una punta di horror che non guasta. Vi lascerà perplessi ed insinuerà in voi il seme del dubbio. Ci sono veramente forme di vita sugli altri pianeti? Come cita Arthur C. Clarke all'inizio del film: esistono due possibilità...o siamo soli nell'universo o non lo siamo, entrambe sono terrificanti. Semmai doveste ritrovarvi nel vostro giardino in mutande a fissare le stelle, non sarà perchè siete in estasi davanti alle bellezze dell'universo, credete a me.

Voto: images/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gif




6 commenti:

  1. Io devo vedere questo film!! E tu la devi smettere di farmi ridere così tanto! Sembra però molto a sfondo psicologico o sbaglio?? No perché io ho qualche problemino con questi tipi di film O__O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda capo, per essere un film sugli alieni, non è male...cioè rende benissimo l'idea di come loro si potrebbero comportare con noi...@.@ Non è assolutamente complicato da seguire, stai tranquilla!^^

      Elimina
  2. Grazie Indil come al solito per il buon umore che riesci a trasmettermi ogni volta che posti una recensione :) ...comunque anche io penso che sia un po' presuntuoso pensare di essere i soli nell'universo! Secondo me esistono altre forme di vita sicuramente più intelligenti di noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego figurati stella, faccio quello che posso...^^ E' proprio il fatto che le altre forme di vita, siano più intelligenti di noi che mi preoccupa...@.@

      Elimina
  3. Quello degli extra-terresti è praticamente l'unico tema trattato da film horror che riesca a mettermi addosso una qual certa fifa a prescindere, non c'è che dire XD:.. probabilmente perché, di tutte le "creature" sovrannaturali inventate dall'uomo, quella degli alieni potrebbe essere l'unica specie che, scientificamente parlando... potrebbe pure esistere sul serio, no? (come dice Jodie Foster in "Contact": se esistessimo solo noi nell'universo, sarebbe un bello spreco di spazio, no? Hi hi hi! :P) Ad ogni modo, sono d'accordo con te: un film carino, mi è proprio piaciuto! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sophie!^^ Hai perfettamente ragione. Anche a me gli alieni fanno paura, proprio perchè potrebbero essere reali. Mi consola il fatto che in genere, rapiscono persone sane di mente, quindi io sto in una botte di ferro!:D

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^