lunedì 18 novembre 2013

POPCORN: THE HAUNTING IN CONNECTICUT 2 - GHOST OF GEORGIA


Cari ragazzi, le giornate si fanno sempre più cupe ed uggiose con l'approssimarsi dell'inverno, di conseguenza il mio animo di divoratrice di film, costantemente alla ricerca del "raccapriccio perfetto", in questo periodo si intestardisce sul genere horror. La gente non dovrebbe mai intestardirsi troppo su di un argomento, tantomeno gli elfi. Questa volta, ho riposto la mia speranza in un film che ero curiosa di vedere già da tempo, anche se con qualche remore dato che si tratta di un sequel, parola che, ne sono sempre più convinta, dovrebbe essere abolita dal dizionario insieme a "ipercolesterolemia" e "frattaglie". The Haunting in Connecticut 2 - Ghost of Georgia, segue Il Messaggero del 2009. Il primo film e' stato un horror di tutto rispetto, basato su fatti realmente accaduti, documentati anche dalla famosa esperta del paranormale Lorraine Warren. Il secondo è un inverosimile tentativo di impressionare lo spettatore, che al contrario di quello che pensa il regista Tom Elkins, possiede un cervello. Signori miei, non sapete come ammazzare il tempo? Il golf potrebbe essere una soluzione: aria sana e niente minacce dagli spettatori delusi, il Paradiso in terra.

Lisa (Abigail Spencer) e suo marito Andy (Chad Michael Murray) si trasferiscono insieme alla figlioletta Heidi (Emily Alyn Lind) in campagna, dove hanno acquistato una casa immersa nel bosco di propietà di una banca, con un ottimo affare. Lisa è tormentata da un dono ereditato dalla madre, che cerca di sopprimere assumendo psicofarmaci. Vede e comunica con gli spiriti dei defunti. Anche sua sorella Joyce (Katee Sackoff) possiede lo stesso potere e lo accetta. La famiglia riceve la visita della zia Joyce nella nuova casa e Andy capisce che la cognata vuole vivere con loro, dopo la fine rovinosa della sua relazione. Trovano quindi un compromesso e Joyce prende possesso di un vecchio camper depositato in giardino. Lisa riceve la "visita" della madre defunta la quale cerca di avvisare invano la figlia di un pericolo imminente. Ben presto, la piccola Heidi manifesta comportamenti strani, affermando di parlare con un signore vestito di scuro che si chiama mr. Gordy. Andy e sua moglie si convincono che la bimba abbia un amico immaginario, ma dopo aver consultato i vecchi documenti della casa, scoprono che la proprietà, prima di essere riscattata dalla banca, era appartenuta per molti anni alla famiglia Gordy.

L'amico chimerico di Heidi, non è altro che l'ultimo membro, ormai defunto, della famiglia proprietaria di origine. Lisa capisce che anche Heidi possiede la capacità speciale di parlare con i morti e ne resta sconvolta. Invita quindi la figlia ad ignorare il signor Gordy e le altre presenze, che effettivamente sembrano aggirarsi in casa e nei boschi circostanti. Andy e Lisa ricevono una visita di benvenuto dal pastore del luogo, il quale spiega alla famiglia l'importanza storica della loro proprietà. Pare che il nonno del signor Gordy chiamato" il Capostazione", aiutasse gli schiavi di colore a sfuggire ai loro persecutori durante il IXX secolo, tramite una ferrovia sotterranea e che nascondesse questa sua opera benefica dietro l'attività di imbalsamatore di animali. Quel luogo, era quindi considerato come un tempio sacro per alcune persone e la famiglia doveva abituarsi ad avere visitatori, giunti a rendere omaggio al ricordo dei loro avi che avevano raggiunto la libertà.

I fenomeni paranormali e le apparizioni di spiriti tormentano prima Lisa, poi Joyce ed in seguito la piccola Heidi. In particolare Lisa vede la figura di un uomo incappucciato, che sembra essere un'entità malefica molto potente. Durante una passeggiata nei boschi circostanti, Heidi ed Andy si imbattono in un'anziana signora cieca che accompagnata dal nipote, sta visitando il luogo dove sorgeva la stazione sotterranea. La donna racconta la storia di Neil e Levi, suoi antenati, che avrebbero dovuto scappare grazie all'aiuto del Capostazione, ma dei quali si sono perse le tracce. Una volta a casa, Heidi chiede ulteriori spiegazioni alla madre sul destino del benefattore. L'uomo pare abbia pagato la sua generosità con la vita, ucciso in maniera brutale dai membri del Ku Klux Klan. Dopo che Heidi rischia di affogare nella vasca da bagno e invece di acqua sputa vermi e segatura, Lisa decide di far benedire la piccola dal sacerdote conosciuto in precedenza per cacciare ogni male da lei.

 La cerimonia però non sortisce l'effetto desiderato e la mattina seguente, Heidi viene attirata nel bosco dallo spirito di una giovane schiava. Andy si accorge dell'assenza della figlia e si inoltra tra i fitti alberi per cercarla. Seguendo le urla disperate della piccola, giunge all'entrata della ferrovia sotterranea, un profondo buco scavato alla base di ciò che resta dell' antico focolare del Capostazione. Heidi è terrorizzata e supplica il padre di farla uscire, sente che non è sola in quel luogo, occhi maligni la osservano nell'ombra. Riuscirà Andy a salvare la piccina? Chi è la demoniaca presenza che minaccia Heidi e la sua famiglia?

La prima domanda che mi sono fatta alla fine del tormento è stata: "mmmh, che c'azzecca la locandina in tutto questo pasticcio?" La ragazza sospesa a mezz'aria con l'espressione rassegnata, nel film non esiste. Qui imbroglio ci cova. Ormai è consuetudine abbinare locandine fantasmagoriche a film horror appena decenti, proprio per invogliare anime innocenti a guardare quello che, già in partenza, si sa essere un assurdità planetaria. Un'efficace specchietto per le allodole. In questa storia esistono solo due elementi degni di nota: il riferimento storico allo schiavismo americano e il fatto che Chad Michael Murray (esiste essere vivente che non ha seguito One Three Hill ?...non accetterò risposte affermative!) si preservi alla grande. Ora, il periodo storico a cui il film si riferisce, è di estrema importanza per capire l'ignoranza umana. Ricordo che avevo circa dieci anni quando vidi la serie Radici in tv, mi colpì molto. Non riuscivo a capire per quale motivo gli uomini considerassero inferiori altri esseri umani, solo per un colore diverso della pelle. Quello che hanno dovuto subire gli schiavi a quei tempi, è inaccettabile. Nessuno può arrogarsi il diritto di trattare in maniera disumana un proprio simile. Molti sono morti, nel tentativo di ottenere un diritto per noi scontato: essere liberi. Consiglio alle mamme che mi seguono, di far vedere serie di questo tipo, ai bimbi in grado di comprenderne il significato. Rispetto per ogni essere vivente, è questo che ho insegnato ai miei nipoti.

Lisa è una madre tanto caruccia, se si esclude il fatto che si imbottisce di psicofarmaci per non vedere spiriti in ogni angolo della casa. Peccato che quando l'effetto delle pilloline magiche passa, mentre fa il bagno indossando la camicia da notte (?), vede la madre defunta seduta sul bordo della vasca. La nonnetta in questione, pare voglia avvisare la figlia di un pericolo e impiega quasi tutto il film nel tentativo di farlo. Quando si decide a parlare chiaramente, Lisa è quasi con un piede nella fossa. Il dono di "vedere la gente morta" è genetico per la famiglia di Lisa e Joyce, è naturale conseguenza che anche Heidi abbia questo dono, del quale anche Andy è a conoscenza. La piccina di casa, afferma di vedere un anziano signore dall'orrendo cognome che vuole avvisarla di visite imminenti, ma nemmeno lui entra nello specifico. Possibile che nessuno abbia le idee chiare? Mammina e papino molto furbescamente, pensano ad un amico immaginario. Intuito, questo sconosciuto. In seguito al fatto che la casa sia più infestata del camposanto di Pet Cemetery, viene chiamato il prete di turno per far benedire la povera Heidi, colpevole di divertirsi un sacco a seguire le orme materne. Tanto baccano, per restare poi con un pugno di mosche in mano. Lo sanno anche i sassi che nessuno è in grado di annullare quel tipo di capacità.

Sorvolando sui fantasmi che si divertono a zompettare allegramente per la casa come passatempo, passiamo all'impagliatore folle. E' palese che un tizio che si diverte a imbottire la panza di poveri animali con la paglia, non può essere un uomo buono. Poteva trovare qualsiasi altra attività per guadagnarsi la pagnotta, ma no! lui si riempie la casa di cadaverini. Come faccia certa gente ad appendere al muro dei trofei di caccia, per me resta un mistero. Un bel quadro no? siamo alla sagra del kitsch. Da qui il sospetto che forse il Capostazione non è quel santo che tutti dicono. La domanda sorge spontanea: "possibile che nessuno si sia preso la briga di controllare quell'accidenti di stazione sotterranea?" Tutti a lodare l'eroe nazionale, ma nessuno che si degna, in tanti anni, di scendere per dare una sbirciatina? Avrebbero trovato impagliati ben altro che poveri animaletti e la reputazione del buon samaritano, sarebbe stata sepolta con tutte le sue "opere d'arte". Comunque, si specifica a gran voce che la storia è realmente accaduta, ma trovo improbabile che un membro del Ku Klux Klan impagliasse dei poveri schiavi, praticamente non avrebbe avuto il tempo di fare altro. Se provi disprezzo per una persona, di certo non la trasformi in un soprammobile che hai sempre davanti agli occhi. Sarebbe come tenere la foto della propria suocera sul comodino.

Resta un altro arcano da svelare: "perchè le povere anime degli schiavi non si sono vendicate prima e hanno dovuto aspettare il supporto morale di Lisa per farlo? Non erano forse abbastanza incavolati, dopo secoli che gironzolavano per i boschi senza pace? mah! La risposta resta sospesa in un limbo ultraterreno. Per chiudere in bellezza, non contenti di averti stremato con fatti assurdi, arrivano le foto dei "veri protagonisti". Heidi da piccola, sembra una bimba dei primi del '900 e gli avvenimenti non risalgono a quell'epoca. La foto del "vero" signor Gordy e' quella del nonno del regista, ci scommetto. Ciliegina sulla torta: la foto di famiglia mostra Lisa, Joyce ed Heidi praticamente coetanee, credo che qualcuno abbia trovato la fonte della giovinezza ed egoisticamente, se la tiene ben stretta. Come se non bastasse, si vuole tranquillizzare l'infelice spettatore, affermando che dopo quegli accadimenti, la capacità di vedere i defunti scomparve. Bazzecole! Le visioni non erano legate al luogo, ma al fatto che fosse un dono speciale, che non si esaurisce certo, mandando in Paradiso qualche anima tormentata: Cole de Il Sesto Senso insegna.

Ghost of Georgia non è altro che un castello di carte pronto a cadere al primo soffio di vento. Un film mediocre salvato dalla bravura degli attori che lo interpretano, fra i quali brilla la piccola stella di Emily Alyn Lind. Inutile dire che il film non mette affatto paura. L'unica scena d'effetto, si ha quando Lisa trova Joyce nel camper completamente immobile, con centinaia di aghi e fili da cucire che le escono dalla bocca, insieme all'immancabile segatura. Per la serie "il lupo perde il pelo ma non il  vizio", si preannuncia all'orizzonte un terzo film: The Haunting in New York...spero lascino in pace la Statua della Libertà.

Voto: images/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gif



4 commenti:

  1. Ok, eviterò questo libro!!!!
    Grazie per la dritta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mary!^^ E' un film, ma evitalo lo stesso...:)

      Elimina
  2. Come sai cara Indil aspetto impaziente i tuoi consigli..non avendo molta cultura cinematografica...e devo dire che mi hai convinto a non guardare questo film...anche se c'è un certo Chad :) ...ah One three Hill...j'adore!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Chad merita di essere visto, secondo me è diventato ancora più bello, ma il film l'ho trovato molto incoerente purtroppo! Felice di esserti utile cara Iris!^^

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^