mercoledì 26 febbraio 2014

POPCORN: POMPEII


Cari donzelletti e donzellette, dopo tanta attesa eccomi giungere a voi, rallegrata da qualche raggio di sole di fine febbraio, per parlarvi del film che avete votato: Pompeii. Ordunque, come faccio a trovare le parole giuste per dirvi che il film è una schifezza immane, senza turbarvi troppo? Già fatto dite? Perdonate la franchezza, ma il poco tatto che mi è rimasto, deve essere precipitato nel cratere del Vesuvio, insieme a tutte le altre mie numerose virtù. Pompei fu distrutta nel 79 d.c. dalla furia del vulcano. Sono particolarmente legata a questa città dato che ho trascorso lì la luna di miele, non so più quanti anni or sono (no, non è stato prima dell'eruzione, non fate gli spiritosi!). Ho sempre amato la storia antica ed era mio desiderio visitare gli scavi di persona. Mi hanno affascinata, stupita ed entusiasmata. Pompei trasuda storia antica, ti fa sentire in pace con il mondo...sempre che si riesca ad evitare le code chilometriche di visitatori. Anche io, forse più di voi, ero curiosa di vedere il film dedicato alla città che tanto amo. Mi aspettavo una storia grandiosa, un'eruzione di sentimenti, un colossal. Di colossale ci sono stati solo i miei sbadigli.

Milo (Kit Harington) è uno schiavo celta che non c'entra nulla con Shiro e la pallavolo. Combatte tutti i santi giorni nell'arena per il divertimento altrui. E' una grande rottura di scatole, ma deve farlo se non vuole diventare spezzatino per tigri, che a quel tempo, solevano usare gli schiavi come stuzzicadenti. Sopravvissuto al massacro della sua famiglia da parte dei soldati romani, passa le notti in cella ad escogitare vendetta. Siccome la vendetta è un piatto che va notoriamente servito freddo, Milo escogita tanto...ma tanto assai.  L'ometto corpulento che organizza i combattimenti, capisce che Milo è un talento naturale e decide che da Londinium si debba fare un giretto a Pompei, dove potrà diventare famoso come Rocky e firmare autografi alle fan. Milo si incammina verso Pompei insieme ad altri schiavi. Mentre sguazza gioiosamente nel fango pensando: "ucciderei per una sfogliatella alla ricotta!" , sopraggiunge una carrozza con a bordo Cassia (Emily Browning) una nobile patrizia ed Ariadne (Jessica Lucas) sua fedele ancella (iniziavo a perdere le speranze di udire un nome decente!). La ragazza sta tornando a Pompei da Roma, dove ha trascorso un anno sabbatico. Lo sguardo di Cassia si posa su Milo che, guarda caso, è lo schiavo più gnocco di tutti. Mentre i due si guardano intensamente, la carrozza finisce in un buco fangoso dell'asfalto (?) stradale e uno dei cavalli si azzoppa (sta cosa succede immancabilmente nei film, un'angoscia!).

Cassia scende dalla carrozza, senza preoccuparsi dei suoi sandali di Prada nuovi fiammanti e si impaciuga fino alle orecchie, per sincerarsi delle condizioni dell'animale. Il cavalluccio dal canto suo, prega che la scena finisca presto, perchè detesta rotolarsi nella fanghiglia e ha un appuntamento dal dentista. Il bel Milo chiede di essere liberato dalle catene, per porre fine alle sofferenze dello sfortunato cavallo e viene accontentato. Dopo la dipartita del quadrupede, altra serie di sguardi languidi fra Milo e Cassia, quindi  ognuno prende la strada che conduce a Pompei, con la differenza che Cassia se la fa in carrozza. Ai tempi dare passaggi agli schiavi sconosciuti, non si addiceva ad una signorina per bene. A Pompei, Cassia ritrova la famiglia, Milo una cella e un gladiatore africano di nome Attico (Adewale Akinnuoye - Agbaje), che vuole fargli la festa. Si da il caso che ad Attico manchi giusto l'ultima vittima per ottenere la libertà, come decreta la legge romana.

Milo inizia a sudare freddo perchè Pompei è piena zeppa di brutti ceffi e poi c'è Attico che gli sta con il fiato sul collo, decisamente seccante. Intanto Cassia scopre che paparino (Jared Harris) ha invitato a cena il senatore Corvo (Kiefer Suterland), perchè vuole ottenere finanziamenti per le nuove opere edilizie della città. A Corvo (inutile che sorridete, mica è Brandon Lee!) non glie ne potrebbe fregare di meno di Pompei, lui mira solo alla bella Cassia, già conosciuta a Roma. A Cassia non frega niente di Corvo, lei pensa solo a Milo, mentre quest'ultimo pensa solo a non farsi ammazzare da Attico. Come vedete la situazione è alquanto attorcigliata. Accade che Milo e Cassia si rincontrano. La fanciulla chiede l'aiuto dell'uomo che sussurra ai cavalli (o li accoppa, secondo necessità), per calmare il suo purosangue preferito che ha dato fuori di matto. Presi da un raptus di follia, i due ragazzi scappano al galoppo verso la libertà. Peccato che la loro fuga duri un nanosecondo, gli amichetti di Corvo gli impongono il dietrorfont. Milo si becca quindici frustate senza emetterre lamento (io avrei urlato come un'aquila solo a vedere la frusta...), conquistandosi l'ammirazione dell'amata. Neanche a dirlo, a Milo tocca ributtarsi nell'arena per combattere fianco a fianco proprio con Attico, che dopo un'apparizione notturna del Fantasma del Natale Passato, ha deciso di diventare buono e non scamazzarlo più di mazzate.  Mentre Corvo scaglia addosso ai nostri eroi, un mini esercito di soldati tanto per essere equi, la terra inizia a tremare...

 Chissà che mi aspettavo da Pompei, una cosa epica tipo Troy o giù di lì. Invece mi sono ritrovata a guardare una storia lenta, in cui l'unica cosa bella da vedere erano gli addominali di Milo. Lo spessore della vicenda è praticamente inesistente: è tutto un combattere nell'arena e sbuffare. Nemmeno la storia d'amore, troppo platonica direi, riesce a salvare capra e cavoli.  Il cattivo è poco credibile, forse perchè sono abituata a vedere Kiefer in 24 e non ce lo vedo proprio nel ruolo del malefico. Per tutto il film ti annoi in attesa delle scene catastrofiche, ma quando arrivano scopri che non ti stupiscono affatto.  La ricostruzione storica lascia molto a desiderare. Si è voluto spettacolizzare la tragedia, tralasciando la sceneggiatura. Poco curato, poco emozionante e con un finale orrendo, anche se scontato. Alcune scene mi hanno ricordato Titanic, ma senza la stessa magia del film di James Cameron: un ricco offre delle monete d'oro, per salire a bordo di una nave che sta lasciando il porto, lasciandosi alle spalle i poveracci che non possono permettersi la salvezza. Nella scena finale, Milo dice a Cassia di proseguire da sola sul cavallo ormai stremato. Una sorta di infelice dejavù. Pompei soccombe sotto ceneri e lapilli del Vesuvio con un bacio appassionato, arrivato troppo tardi.

Voto: images/Gif_free1/stella_star_favoriti.gifimages/Gif_free1/stella_star_favoriti.gif


20 commenti:

  1. Oh che peccato.. sinceramente non era uno di quei film che volevo assolutamente vedere, però mi dispiace che non abbiamo saputo cogliere meglio l'occasione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Elisabetta...ci sono rimasta male anche io! I film di questo genere possono annoiare a morte se non si trova una trama che sia avvincente. Speriamo nel prossimo film!^^

      Elimina
  2. davvero peccato...avevo molte aspettative da questo film pensavo appunto in qualcosa di epico...invece a quanto pare non meritA..PECCATO..>_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisognerebbe non avere aspettative quando si tratta di film e serie tv, ma è quasi inevitabile... Questo film dimostra che il cinema americano non è infallibile!@.@

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Ilenia!^^Puoi anche guardarlo se ti va. Parliamoci chiaro: ho visto di molto peggio...certo non è il film che mi aspettavo!@.@

      Elimina
  4. Giusto oggi ho saputo che la prossima settimana usciva il film nel cinema della mia città e già mi stavo facendo i programmi per quando andare a vederlo.
    Dopo questa recensione, però, sono piuttosto scettica. Anch'io amo molto quel periodo storico e pure io anni fa sono stata in visita a Pompei. Dire che mi ha affascinata è dire poco. Passeggiare tra gli scavi mi ha stregata e mi piacerebbe davvero tanto un giorno ritornarci. Penso che il film lo vedrò lo stesso; magari però invece di andare al cinema, lo noleggerò. Boh, non sò. Vedremo!

    RispondiElimina
  5. Pompei non può che affascinare effettivamente...:) Come sai, i gusti riguardo ai film sono molto soggettivi, infatti io e Violet litighiamo in continuazione perchè a me piacciono film che lei detesta!^^ Quello di noleggiarlo mi pare una saggia decisione, ma tieni presente che non sono un'esperta di cinema e i miei giudizi sono basati solo su gusti personali...^^ Mi farai sapere, ciao!:)

    RispondiElimina
  6. Beh...devo dire che me lo immaginavo :D dal trailer avevo già capito più o meno cosa aspettarmi!!! Peccato però :-( poteva uscirne fuori un kolossal e invece!!!
    Ma sai che anche io adoro Pompei??? Ci sono stata in gita alle superiori tanti anni fa e ne sono rimasta molto colpita ^-^ fa un po' un effetto strano, mi sembrava un luogo avvolto in una certa sacralità...insomma, un posto dove si respira la storia ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ancella!^^ Sei stata più intuitiva di me, il trailer mi aveva dato qualche speranza!:D Credo sia inevitabile rimanere colpiti da Pompei e hai pienamente ragione quando dici che è quasi un luogo sacro, ho avuto la stessa impressione. Dovrebbero visitarla tutti almeno una volta...:)

      Elimina
  7. Ahahahahahahaha mi hai fatto morire dal ridere!
    Sembrava carino, peccato!
    Comunque ho visto la nuova puntata di Star-Crossed *----*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy, grazie!^^ Sai, quando un film non mi piace, esce il dottor Jekyll che c'è in me...:D L'ho vista anche io, mi è piaciuta un sacco! Roman è sempre più irresistibile e la storia si sta facendo interessante. Purtroppo ho letto su facebook che gli ascolti sono calati ulteriormente. Ho una gran paura che Star - Crossed abbia vita breve, speriamo di no!:(

      Elimina
  8. Io, conoscendo il regista, mi aspettavo una cavolata, effettivamente. Oddio, sono un fan della saga di Resident Evil, ma ammetto che sa essere molto tamarra, a tratti. Stessa cose per I tre moschettieri, sempre dello stesso tipo: bellino, divertente, ma niente di indimenticabile. Questo lo vedrò, prima o poi, ma quasi esclusivamente per la Browing, che mi piace da quanto recitava in Una serie di sfortunati eventi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho adorato quel film, infatti ho riconosciuto subito l'attrice che ora è diventata una splendida donna!:) Non dubitavo che tu fossi un fan di Resident Evil...non è male per essere una saga piena di zombie. Anche io ho visto tutti i film, sotto minaccia!^^ Orrendo non è, ma poteva essere molto meglio sotto ogni punto di vista!@.@

      Elimina
  9. Ironica, precisa e pungente cara Indil :) fossi un regista avrei paura di te :) ahahahah comunque non è il mio genere di film e dopo la tua recensione ho rafforzato la mia convinzione

    RispondiElimina
  10. Grazie cara Iris!^^ Ahahahah! ma no che sono un agnellino...quando dormo!:) Questa volta non insisto con nessuno per far vedere questo film, non voglio responsabilità!^^

    RispondiElimina
  11. Completamente d' accordo con te..scelto quasi per caso perchè non avevo nulla da vedere e mi sono trovata davanti..posso dirlo? una grandissima cavolata! Vogliamo parlare poi del finale? A questo punto poteva farlo finire diversamente visto che già si era fatta una gran confusione per tutto il resto del film. L' unica cosa bella è la tua recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy!^^ Grazie mille cara!:) Si, infatti ha deluso parecchio e le opinioni sul web sono per la maggior parte negativi. Poteva essere molto meglio e visto l'andazzo, mi aspettavo che un'astronave aliena portasse via i due piccioncini...@.@

      Elimina
  12. a me sinceramente è piaciuto molto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo!:) Sono contenta che ti sia piaciuto, parlo di film che giudico puramente sul gusto personale e come sai: "de gustibus non disputandum est"!^^

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^