mercoledì 27 agosto 2014

Un libro una canzone # 36

Buon rientro dalle vacanze, cari lettori incantati! Sistemiamo trolley e valigie negli armadi, riponiamo gli occhiali da sole nelle custodie e facciamo appello a quel briciolo di buona volontà rimasto per ricominciare la solita routine. Ma un buon rientro non è tale se non è accompagnato da un buon libro, coinvolgente e appassionante. Per questo oggi la rubrica “Un libro, una canzone” dedica un angoletto speciale ad una storia molto molto speciale: “Oltre i limiti” di Katie McGarry (recensione di Violet qui). Molti di voi sono rimasti inevitabilmente coinvolti dalla trama di questo libro, trasportati dalla passione e dal dolore di Noah e Echo, due protagonisti cui ci si affeziona facilmente. A chi di voi ancora non lo avesse letto consiglio vivamente di prestare attenzione alle “note” che vi suggerisco.
A tutti voi… Buon rientro!!!

UN LIBRO

Titolo: Oltre i limiti. Solo l'amore può salvarli
Autore: Katie McGarry
Anno pubblicazione: 2014
Editore: De Agostini
Pagine: 432
Prezzo: € 14,90

<<Non mi piace quello che stai pensando. Perciò resterò qui finché non mi guarderai negli occhi e non ammetterai di essere mia>>

Playlist di Oltre i Limiti
Katie McGarry, autrice del romanzo Oltre i Limiti, dedica le ultime pagine del libro alle canzoni cui si è ispirata per scrivere la storia. Trovo questa scelta sensata e molto professionale perché permette ai lettori di capire meglio i personaggi e gli episodi principali della trama. Voi cosa ne pensate?
Ho estratto qualche brano dalla Playlist della McGarry ed ecco cosa ne viene fuori.

NOAH
Avevo spiegato come stavano le cose alla signora Collins. Non avevo tempo per le ripetizioni e neppure per la terapia. A giugno avrei compiuto diciotto anni e sarei uscito dal programma di affidamento. Questo significava che avrei dovuto cercarmi un posto dove vivere e un lavoro per pagare l’affitto. Ma la signora Collins aveva barato spudoratamente. Una sola visita sotto supervisione ai miei fratelli non era abbastanza. Me li aveva praticamente dondolati davanti come una dannata siringa di fronte a un tossicodipendente.
Il mio turno al Malt & Burger iniziava alle cinque.
Lanciai un’occhiata all’orologio a parete sopra il bancone della bibliotecaria. Quale parte di “l’appuntamento con il ragazzo cui darai lezioni è subito dopo scuola alla biblioteca pubblica” la mia secchiona non aveva afferrato? 
La signora Collins doveva aver fatto il suo nome, ma avevo smesso di ascoltarla dopo pochi minuti. Quella donna parlava troppo.
Mi misi a fissare la porta d’ingresso. Ancora cinque minuti, poi con grande gioia avrei potuto archiviare tutta la faccenda un fallimento. Non vedevo l’ora di sbatterlo in faccia alla signora Collins.
La porta si aprì e lasciò entrare un po’ di aria fredda, facendomi venire la pelle d’oca. Maledizione! Mi appoggiai alla spalliera della sedia, incrociando le braccia al petto.
Echo Emerson avanzò nella biblioteca, guardandosi in giro mentre si strofinava le mani guantate sulle braccia.
Come se il freddo potesse penetrare quel raffinato cappotto marrone. Sorrideva serena. La signora Collins ci aveva tenuti entrambi all’oscuro, quindi. Nell’istante in cui mi vide, smise di sorridere e gli occhi verdi le si incupirono.
Benvenuta nel fottuttissimo club!

UNA CANZONE
Titolo: Downs
Artista: Jay Sean
Anno pubblicazione: 2009
Album: All or Nothing
Genere: Rhythm and blues
Durata: 3 mine 32 sec

So leave it behind
'Cause we have a night to get away
So come on and fly with me
As we make our great escape

Quindi lascia tutto dietro le spalle 
perchè abbiamo una notte per andare via 
quindi vieni avanti e vola con me 
mentre organizziamo la nostra grande fuga

ECHO
Respirai profondamente nell’istante in cui misi piede nel cortile. L’aria fredda mi pizzicò la pelle scoperta del collo e del viso. Si sentivano voci e risate nel buio oltre lo steccato, forse i drogati che fumavano le loro schifezze.
<<Hai qualche problema con le giacche?>>
Ma che diamine! Perché non riuscivo a liberarmi di lui? 
Mi voltai di colpo, quasi sbattendo contro Noah. La birra e la percezione dello spazio non andavano d’accordo, evidentemente. <<Hai intenzione di rovinarmi la vita?>> Stai zitta, Echo. <<Insomma, non hai altro da fare che romprere le scatole a me?>> Va bene così, puoi anche smetterla adesso. <<Sei venuto a questa festa per dire a tutti delle mie cicatrici?>>
E fu così che divenni la protagonista dello speciale sul perché i ragazzi della mia età non dovrebbero bere.
Lo guardai negli occhi, in attesa di una risposta. Nessuno dei due si mosse.

UNA CANZONE
Titolo: Paint
Artista: Roxette
Anno pubblicazione: 1988
Album: Look Sharp
Genere: Pop
Durata: 3 mine 30 sec

I've got a chilly feeling I don't understand.
I've got to run through this minute like a hurricane. 
I've got to tighten my wire from the sense to the soul. 
I find my back to the wall when it's time to go. 
I've got to know is that your heartbeat?

Ho una sensazione di freddo che non capisco. 
Ho avuto modo di correre attraverso questo minuto come un uragano. 
Ho avuto modo di stringere il mio filo dal senso per l'anima. 
Trovo le spalle al muro quando è il momento di andare. 
Ho avuto modo di sapere è che il battito cardiaco?

OLTRE I LIMITI
E per concludere vi lascio con la canzone che Katie Mc Garry dice di aver ascoltato ogni volta che doveva descrivere un bacio fra Echo e Noah… facciamoci trasportare da queste dolci note allora.

I suoi occhi ridevano ancora, ma il sorriso le scomparve dalle labbra quando prese a mordicchiarsi quello inferiore.
Dannazione, aveva una vaga idea di quello che mi stava facendo? Per una ragazza decisa a tenermi alla larga, ce la metteva tutta per eccitarmi.
<<Dicevi?>> Chinai la testa e ispirai il profumo di cannella alla base del collo, stuzzicandole la pelle con la punta del naso.
Il petto le si alzava e abbassava più in fretta. Le posai la mano sulla curva della vita, a pochi centimetri dal fianco. 
Ero indeciso se muoverla verso l'alto o verso il basso, avevo fantasticato di esplorare entrambe le zone
<<Noah>> sussurrò lei, realizzando senza saperlo una delle tante fantasie che la coinvolgevano. Forse giocando bene le mie carte ne avrebbe soddisfatte anche un altro paio. 
Le sfiorai la guancia con le labbra, puntando alla bocca.


UNA CANZONE
Titolo: Crash into me
Artista: Dave Matthews Band
Anno pubblicazione: 1996
Album: Crash
Genere: Folk Rock
Durata: 5 mine 16 sec

Touch your lips just so I know
In your eyes, love, it glows so
I'm bare boned and crazy for you
When you come crash
into me, baby
And I come into you
In a boys dream
In a boys dream

Ti tocco le labbra nel solo modo che conosco
Nei tuoi occhi, l'amore, arde cos? tanto
Sono veramente rapito e pazzo per te
Quando sei arrivata, sei entrata
Nella mia vita, piccola
E io sono entrato nella tua
In una fantasia da ragazzo
In una fantasia da ragazzo
Ho avuto modo di sapere è che il battito cardiaco?

8 commenti:

  1. Mi piace il modo in cui libri e musica si incontrano.. sono tutti e tre dei bei pezzi, in modo particolare mi piace l'ultimo :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Eli...l ultimo pezzo mi piace molto...le prime due canzoni invece non mi convincono ma le ha scelte la scrittrice quindi alzo le mani :)

    RispondiElimina
  3. Nooooo, adoro la Dave Matthews Band!!! Solo per la canzone, mi fiondo a leggere il romanzo, che ammetto di aver ignorato spudoratamente perchè non è propriamente un genere che leggo... però amo anche quando nei libri si parla di musica, quindi mi sa che ci faccio un pensierino, anche più di uno ;D
    mi ascolto le altre due tracks, che invece non conosco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non conoscevo la Dave Matthews Band e me ne vergogno :) bella la canzone...le altre due non mi piacciono però le ha scelte la scrittrice. Comunque il libro è davvero bello e coinvolgente...non si parla propriamente di musica ma l'autrice nelel ultime pagine scrive la sua playlist delle canzoni che l hanno ispirata

      Elimina
  4. Ho adorato questo libro *^* uno dei più belli che io abbia letto quest'anno!
    Fantastiche le scene che hai riportato *-* mi hai fatto venir voglia di rileggerlo! Per quanto riguarda le canzoni, sono tutte molto belle! L'ultima, in particolare, mi sembra azzeccatissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giu*** anche io ho adorato questo libro...uno dei più belli dell'anno vero!!!

      Elimina
  5. Ciao cara Iris!:) Mi vergogno a dirlo, ma non conoscevo nessuna di queste canzoni, sono tutte molto belle.^^ Anche la trama mi ispira parecchio... Tra un pò rientro in gioco anche io, Violet mi ha concesso una settimana di svago prima della tortura!:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indil bentornata :) !!! Non vedo l'ora di leggere i tuoi prossimi post ...nel frattempo goditi questo riposo concesso dal dittatore !!!

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^