martedì 9 settembre 2014

ANTEPRIMA: arriva oggi in libreria "Trent'anni e li dimostro" di Amabile Giusti!

Buon pomeriggio lettori! Oggi nel mio paese splende il sole e fa caldo anche se ci sono nuvole in agguato. Uff... io non sopporto questo clima altalenante che mi rende di umore strano. Voi cosa mi raccontate? Chi di voi si è diretto in libreria e ha scoperto le ultime novità? Questo mese poi ce ne sono tantissime e io non so più dove battere la testa, oggi poi è un giorno speciale visto che è appena uscito uno di quei libri che vanno letti a scatola chiusa. Uno di quei libri che consiglio a tutti per rilassarsi, ridere e innamorarsi dei suoi protagonisti. Una commedia romantica di cui vi parlai mesi fa proprio qui scritta dall'autrice Amabile Giusti che aveva deciso di autopubblicare la sua piccola opera. Ebbene, quell'opera dopo il successo ottenuto è diventata grande attirando l'attenzione di un'importante casa editrice. Trent'anni e li dimostro è finalmente disponibile in tutte le librerie mantenendo la sua cover originale! Una bellissima notizia per chi ha amato come me le vicende della mitica Carlotta e dell'affascinante Luca, ma se pensavate che  le sorprese fossero finite qui vi sbagliate perché la nuova versione contiene numerose scene inedite, e se vedete qualcuno ballare l'umpa umpa per strada quella sono io! Vi lascio alla trama e all'estratto inedito che racconta il primo incontro di Carlotta e Luca...
Buona lettura! 

Titolo: Trent'anni e li dimostro
Autore: Amabile Giusti
Editore: Mondadori
Pagine: 264
Prezzo: € 14,00
Pubblicazione: 9 settembre 2014
Carlotta ha quasi trent'anni, e si considera una sfigata cronica: raggiunge il metro e sessanta solo con i tacchi a spillo, ha una famiglia decisamente folle e all'orizzonte non vede l'ombra di un fidanzato come si deve. Non solo: è appena stata licenziata a causa della sua irrefrenabile schiettezza... ma ora, per arrivare a fine mese, è costretta ad affittare una stanza del suo appartamento. Luca, il nuovo inquilino, ha molti pro (è bellissimo, fa lo scrittore, è dannatamente simpatico) ma altrettanti contro: è disordinato, fuma troppo e ha il pessimo vizio di portarsi a casa le sue conquiste, una diversa ogni notte. Carlotta non chiude occhio e in più si sente una vera schifezza. Non lo ammetterebbe mai, ma quel maschio predatore che tratta le donne come kleenex e gioca sul fascino tenebroso del romanziere la sta facendo innamorare. In una girandola di eventi sempre più buffi, tra una madre terribile, una sorella bellissima e gelosa, una tribù di parenti fuori controllo, un nuovo lavoro tutto da inventare e molti incontri ravvicinati con Luca e le sue fidanzatine di passaggio, Carlotta imparerà che è lei la prima a dover credere in se stessa...
***
ESTRATTO INEDITO
(Versione Mondadori)

"Ricordo benissimo la meravigliosa e maledetta mattina in cui è entrato nella mia vita. Era estate e il caldo rammolliva anche i pensieri. Ero in modalità depressione andante, senza un soldo, senza un lavoro, senza un uomo. Non molto diversa da oggi, a ben guardare. Le mie migliori amiche erano in vacanza, l’intera città era in vacanza, e io ero l’unica in tutta Roma a languire in un appartamento all’ultimo piano, dove il sole batte più forte e scortica i muri. La televisione dava una trasmissione in replica, ricordo vagamente delle sgallettate in bikini e un presentatore con la messa in piega che non faceva una piega. Non che la guardassi: più che altro interpretavo il ruolo di spinacio lesso sul divano. C’è chi affoga il dolore nella Nutella, chi nella panna spray, chi si ingozza di biscotti: io, quando sono molto demoralizzata, vado di olive snocciolate. Me ne stavo abbrancata a un vasetto di Saclà, in pantaloncini e maglietta, a pensare a quanto la mia vita fosse inutile, quando Luca ha fatto la sua apparizione.
Intendiamoci, non si è materializzato nella stanza. Ha citofonato, bussato, ha detto "buongiorno ho letto l’annuncio sul giornale devo parlare con te?" Ma “apparizione” rimane la parola giusta.
È apparso, infatti, su quella insipida soglia, rendendola il luogo più lussureggiante dell’universo. Per un istante, lo giuro, ho visto una pianta di ibisco germogliare sul pianerottolo, una cascata di orchidee piovere dal soffitto e un uccello del paradiso intonare una musichetta esotica. Era abbronzato quanto io ero pallida, indossava un paio di jeans strappati sulle ginocchia, una maglietta bianca, uno zaino verde militare su una spalla e sneakers di tela slacciate. Mi ha rivolto un sorriso da staccare a morsi.
Sono rimasta a fissarlo come una deficiente, folgorata, un’oliva appena tuffata nella bocca, le labbra socchiuse in una o di sorpresa e turbamento, e un unico pensiero in quella confusione mentale: mi sarò depilata la zona bikini?
«Tutto ok? Stai bene?» mi ha domandato lui dopo un po’, sillabando le parole lentamente, come se parlasse a una vecchia sorda.
Non sono riuscita a rispondere, perché quell’oliva funesta, frastornata quanto me, ha pensato bene di scendere rapidamente fino alla gola, per poi scegliere il bivio sbagliato e soffocarmi. Io ho cominciato a ragliare come un asino mentre Luca ha scagliato a terra lo zaino, mi ha avvinghiata dalle spalle, mi ha stretto le braccia intorno al petto e mi ha scosso come una bambola di stracci.
Insomma, il nostro primo incontro passerà alla storia come il momento in cui stavo per morire strozzata da un’oliva e Luca me l’ha fatta sputare sul tappeto.
«Buon per te che conosco la manovra di Heimlich» ha osservato, guardandomi come un avvocato d’affari, che giammai ha sfiorato qualcosa di diverso da un iPad, guarderebbe un contadino che ha appena munto una vacca.
«Heimlich? Il pifferaio magico?» ho mormorato massaggiandomi l’addome indolenzito, tra due colpi di tosse, un rantolo e una striscia di saliva lungo il mento.
«Quello era Hamelin. Ma è meglio se ti siedi. Dove trovo un bicchiere? Vuoi un po’ d’acqua?»
Subito dopo mi ha fatto pat pat sulla schiena, mi ha offerto da bere come se fossi sua ospite, si è guardato un po’ intorno, ha espresso un commento divertito su una pera ammuffita che troneggiava nel portafrutta da settimane, e mi ha chiesto se la stanza era libera.
«Liberissima» ho risposto, con la voce ancora roca.
«La vuoi dare a me?»
«Te la do anche subito!»
«Molto bene. E il contratto?»
«Contratto? Che contratto?»
«Per l’affitto, no?»
«Ah, l’affitto, certo.»
«Non mi chiedi delle referenze? Potrei essere un maniaco, un ladro, che so».
Avrei voluto rispondergli che i suoi avambracci dorati erano referenze sufficienti, e con quel sorriso e quegli occhi e quelle mani e quelle ginocchia non avevo bisogno di altre raccomandazioni, ma temevo di sembrare un’oca arrapata. Meglio darsi un contegno. Meglio sembrare una padrona di casa professionale alla quale non importa un fico che il suo nuovo inquilino sia fico.
«Sì, certo, stavo per farlo» ho dichiarato con aria d’importanza - non molto credibile visto che ancora tossivo e mi facevano male le costole.
Ho scoperto che lavorava in un disco pub, che i suoi cocktail erano i migliori di Roma, che aveva fatto molti altri lavori prima di quello, aveva viaggiato tantissimo e nel tempo libero scriveva. Libri. Cose serie. Voleva diventare un romanziere. Famoso se possibile.
Abbiamo buttato giù una specie di contratto, mi ha dato, sull’unghia, tre mesi anticipati e ci siamo stretti la mano. Da allora siamo diventati buoni amici. Solo amici purtroppo."

***
Inutile dirvi quanto io adori Carlotta. E' una protagonista con cui non vi annoierete mai e sono sicura che vi innamorerete di Luca! Incrociamo le dita sperando di leggere presto anche il secondo romanzo.
Voi cosa ne dite? Volete delirare insieme a me? Lo avete già letto? Lo leggerete? Ditemi tutto...

18 commenti:

  1. Penso che lo leggerò..mi piace molto Amabile Giusti e questo libro mi sembra molto carino!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissimo Licia sono sicura che ti piacerà e ti farà tanto ridere e sospirare *__*

      Elimina
  2. Sarà sicuramente mio! Appena posso faccio una capatina in libreria, non posso proprio resistere <3 E speriamo che esca presto anche il secondo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava tesoro!! Lo adorerai vedrai e poi ne parleremo con calma ;)
      Incrociamo tutto per l'uscita del secondo *__*

      Elimina
  3. *______*
    Sono felicissima, non vedo l'ora di rileggere la storia di Carlotta e Luca.. quante risate mi avevano fatto fare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo Eli *___*
      Io penso che la nuova versione sarà ancora più divertente...

      Elimina
  4. io ancora non avevo letto questo libro!!!!!*________*..deve assolutamente essere mio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiii allora e poi dimmi se ti è piaciuto ;)

      Elimina
  5. ahahah troppo forte questo pezzo XD altro libro in wishilist, tanto per cambiare lol

    RispondiElimina
  6. Mannaggia Vi! Tu e questi estratti che mi fanno venir voglia di aggiungere un altro romanzo alla lista di libri da leggere! Devo ammettere che Carlotta è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono sicura che ti piacerà tantissimo e poi mi ringrazierai ahahah :D

      Elimina
  7. L'avevo letto autopubblicato e mi era piaciuto molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io l'ho adorato e non vedo l'ora di leggere la nuova versione *___*

      Elimina
  8. wow che bello che bello!!! mi hai già parlato benissimo di questo libro e conoscendo lo stile di amabile...mi piacerà sicuramente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sono sicura al 300% che anche tu lo adorerai!

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^