giovedì 16 ottobre 2014

POPCORN: Le Tartarughe Ninja 2014, The Maze Runner e Annabelle

Guten tag mie piccole torte sacher! Che aria tira dalle vostre parti? Io posso riassumere la mia situazione attuale con una sola parola: pioggia. Acqua, acqua e ancora acqua...non pare possibile il cielo possa contenerne così tanta. A bordo della mia arca, dove la sottoscritta e Leo veniamo sommersi fino al midollo ed oltre dalla furia della natura, ( Leo sa nuotare, io mi affido allo stile mattone), ci accingiamo a compiere il nostro dovere. Ecco, alla parola "dovere", la pallina di pelo ha chiuso gli occhi. Ora tocca a me mandare avanti la giostra. Oggi vorrei parlarvi o meglio, "sparlarvi" degli ultimi tre film che ho visto: Le Tartarughe Ninja 2014 (tranquilli, non avete le traveggole!), The Maze Runner e, dulcis in fundo, Annabelle. Sto cercando di essere buona, davvero. Ora aiuto le vecchine ad attraversare, ascolto i rompiscatole quando mi parlano e ho definitivamente smesso con la magia nera. Poi qualche regista, decide di fare un film e buuum!. I karma elfici sono molto delicati sapete? Destabilizzarli, ha i suoi effetti collaterali.

Siamo a New York, la popolazione viene assediata dal famigerato Clan del Piede (perchè non Clan del Ginocchio o della Rotula? Io avrei azzardato qualcosa in più...) A guidare la baracca c'è Shredder, meglio conosciuto come "Er Pantera". April O' Neil (Megan Fox) è una giornalista che aspetta la notizia bomba, per fare il salto di qualità. La ragazza di salti ne fa parecchi, soprattutto dal chirurgo estetico. Grazie ad una botta di buona sorte (siamo in fascia protetta), April assiste al trasporto di materiali tossici, da parte di alcuni soldati del Clan. Mentre cerca di immortalare il crimine, giunge un misterioso giustiziere che riempie di mazzate i cattivoni. La giornalista, cerca di riportare lo scoop a Channel 6 dove lavora, ma nessuno le crede, visto il suo passato di divoratrice di friarielli. Nel frattempo Er Pantera, alquanto inalberato dal misterioso eroe che ha sbaragliato le sue marionette, manda la figlia a fare una raccolta differenziata di ostaggi in metropolitana, sperando di catturarlo. Sempre grazie alla santa botta di buona sorte, April si ritrova fra gli ostaggi e riesce a filmare il salvataggio da parte dei giustizieri. Si, perchè in realtà sono ben quattro. La cosa solleverebbe il morale di tutti, se non esistesse un insignificante dettaglio: Leonardo, Michelangelo, Donatello e Raffaello sono delle enormi tartarughe ninja, per di più adolescenti. Un mix che male si accompagna alla figura di Superman e compagnia bella.

Non volevo vedere questo film, perciò mi dissocio dalla scelta. Sono state le mie sorellastre cattive Violet ed Iris a costringermi. Le due aguzzine sarebbero anche carucce, ma hanno dei momenti di scompenso che a volte mi preoccupano. Ho cercato manforte in Iris, che di solito è la più assennata fra noi, ma quando anche lei ha insistito per le tartarughe, ho gettato la spugna con tutto il secchio. A nulla sono valse le minacce riguardanti miei più frequenti viaggi in Norvegia, perciò... La prima cosa che ho pensato durante la "visione", cioè nei momenti in cui non nascondevo gli occhi fra la pelliccia di Leo è stata: "perchè Megan Fox ha la faccia di plastica? Ha avuto il grandissimo deretano (quando ce vo ce vo!) di nascere Megan Fox e ce l'ha messa tutta per trasformarsi nella Strega Bacheca. La seconda e' stata: " perchè Whoopi Goldberg ha ingoiato un tir di cannoncini alla crema?" I misteri dell'universo sono infiniti. Ho scoperto con orrore, che questa non è la prima pellicola sulla serie di cartoni animati. Ho vissuto serenamente prima di questa rivelazione. I miei più sentiti ringraziamenti vanno alle mie colleghe, saprò come sdebitarmi. Se vi suona come una minaccia, sappiate che lo è. Tutta la storia è incentrata sui buoni e i cattivi che si contendono la sostanza che ha modificato il dna delle tartarughine e del loro papy -  topo Splinter (si, c'è anche un mega topo con tanto di kimono). Shredder la vuole per farci un sacco di soldi. Il suo piano è quello di infettare mezzo mondo con un potente virus, ed usare la sostanza miracolosa come cura non mutuabile. Sarà contrastato dalle turtles, che sono inesperte quanto coraggiose. Riusciranno a fare il mazzo a tarallo a Shredder, protetto da un'armatura modello Imperatore Dragone/ Edward Mani di Forbice. Il tutto non si può guardare, se non si è fan dei carapace - boys. Le due cose che si salvano, sono l'affetto paterno del topone verso i figlioletti e la pizza ai 99 formaggi. Stendo un velo e lo calpesto. Mi sento tanto Paolo Bonolis... Avanti un Altro!

Voto: 



The Maze Runner invece me lo sono autoinflitto. Il motivo è molto semplice: adoro Dylan O'Brien all'ennesima potenza. Lo seguo nella serie Teen Wolf e trovo sia bravissimo. Amo le sue espressioni, il modo di recitare. Bravo e simpatico, è un ragazzo pulito. Pare lavato con l'Omino Bianco. Credo sia una vera e propria stella nascente, gli auguro il meglio. Ho provato un certo orgoglio, nel vederlo nel ruolo del protagonista ed infinito sconforto nel constatare che la storia, non era degna del suo shining.  I ragazzi della radura si sono calati bene nella loro parte. Mi ha fatto piacere ritrovare Will Poulter ovvero Mr. Marmotta, nomignolo che gli ho affibbiato dopo Le Cronache di Narnia, Il Viaggio del Veliero. Altra promessa del cinema è Thomas Brodie Sangster, perfetto ne L'Ultima Legione. Molto bravo a livello recitativo e con un volto particolare. Blake Cooper è stato dolcissimo, mi ha ricordato tanto il Chunk dei mitici Goonies. Insomma non è stata colpa degli attori se l'ambaradan non mi ha convinta totalmente. Dei pochi distopici che ho visto, questo mi è parso il più bruttino. La storia in generale è un pò assurda, spero recuperino con i sequel. Il libro non l'ho letto, non posso fare paragoni. Dalle voci che girano sul web però, pare sia molto meglio del film. Lo spero.

Thomas (Dylan O'Brien) si risveglia in un ascensore di ferro chiamato The Box e viene letteralmente scaraventato in questa radura, abitata da altri suoi coetanei. Non ricorda il suo nome, non sa perchè è stato portato lì. Il quadrato di terra è circondato da un enorme labirinto, con porte che si aprono ad orari prestabiliti. Alcuni dei ragazzi più forti, chiamati Velocisti, scorrazzano per il labirinto per mapparlo, in modo da trovare una via d'uscita per tutti. I ragazzi sono stati strappati alle loro famiglie contro la loro volontà e non desiderano altro che tornare a casa. Durante le folli corse attraverso le pareti mobili che mutano ogni giorno, (altrimenti la vita sarebbe troppo semplice!), i Velocisti si imbattono nei Dolenti, che sono una sorta di mix fra Predator, il mostro di Alien e Mr. Bean. Gli scorpioni giganti, hanno il brutto vizio di pungere i corridori, con conseguente "sbroccaggio". Non esiste cura, perciò i punzecchiati vengono "spinti con gentilezza" verso il loro destino. Per tutto il film non si capisce chi ha ideato il labirinto, qual'è lo scopo per cui i ragazzi vengono tenuti in ostaggio e perchè a Mr. Marmotta, viene sempre affidato il ruolo dell'antipatico. Alla fine viene data una sorta di spiegazione piuttosto traballante, che poi si rivela essere pure fasulla. Il labirinto sarebbe una sorta di prova da superare, per testare intelligenze superiori. Tutto per debellare un virus che attacca il cervello, trasformando la gente in zombie (per quello c'è già la play -  station, bisognava rincarare la dose?). In parole povere: i più forti sopravvivono e i loro cervelli vengono studiati per salvare la capoccia di tutti. Ho capito poco, lo confesso. So solo che se fossi stata nella radura, avrei ignorato le porte apri e chiudi, mi sarei costruita una capanna e mi sarei abbuffata di bacche, alla faccia degli scienziati. Il mio cervello ha forse qualcosa che non va? (vi esonero dal commentare e vedo le vostre espressioni, sappiatelo!) Io avrei creato un labirinto più interessante e "popolato": mostri che più mostruosi non si può, qualche pterodattilo che non guasta mai, trabocchetti e magari un Brucaliffo, che poneva indovinelli ai Velocisti!  Poco emozionante, poco significativo, poco spettacolare. Dylan, ti lancio un salvagente a forma di paperella, ti formalizzi?

Voto: 



Esistono le giornate "no". La mattina ti svegli e vai a sbattere il nasone sulla porta del bagno. Entri in macchina e il motore non si avvia. Cerchi di rientrare in casa e la chiave si spezza nella serratura. Ti avventi innervosita, sulla finestra che hai lasciato aperta, per far prendere aria al micio. Scavalchi il davanzale. Il vicino ti scambia per un ladro e chiama la polizia. Passi una buona mezz'ora a spiegare agli agenti, che quella è casa tua e che il gatto che ora ti disconosce, è la gioia della tua vita. Ora immaginate quest'agonia ingigantita una decina di volte. Avete il quadro generale, di ciò che significa per me vedere un horror che horror non è. Partendo dal presupposto che dopo aver visto The Conjuring, a metà della popolazione mondiale non fregava una beata fava, di conoscere la storia della bambola posseduta. Se dovete per forza ricamarci su un romanzo (come sapete la bambola esiste veramente, ahimè!), almeno fatelo con stile! Ora, di tutte le fregnacce che potevano inventarsi, hanno scelto la più sciapa. Apro una piccola parentesi, dicendovi che odio le bambole di porcellana. Mi rendono inquieta, le trovo tristi e spettrali. I loro occhietti ti fissano come a volerti dire:" sto qua e vedo tutto quello che fai. Sappi che quando ti addormenterai, poserò il mio nasino freddo, sui piedi che con tanta fatica hai riscaldato!" Ho un'amica che ha la casa piena di queste mostruosità. Quando mi chiede di uscire, immancabilmente le rispondo: "Incontriamoci in un luogo pubblico e affollato!", manco fosse un serial killer. Ma torniamo ad Annabelle, la fetecchia inumana.

California, 1969. Mia ( Annabelle Wallis) e John (Ward Horton) sono in attesa del loro primogenito. Lei passa il tempo a guardare soap opera e a cucire. Purtroppo ha la fissa per le bambole di porcellana, questa è la parte più spaventosa della storia. John è specializzando in medicina e sta più in ospedale che a casa (con una moglie così!). I vicini sono di quelli che ti portano tutti i giorni torte e ti prestano lo zucchero quando hai finito le scorte. Peccato ci sia quella fastidiosa faccenda della loro figliola satanista, Annabelle appunto. Una sera, mentre sono tutti intenti a fare la nanna, ad Annabelle e il suo boy - friend neandertaliano, viene in mente di fare uno sterminio di massa. Sistemati i poveri genitori (addio torte!), passano a salutare Mia e John, che udendo le urla disumane dei vicini, escono allegramente per mano a dare un'occhiata in giardino. Non vista, Annabelle si fa un giro nella stanzetta del nascituro e trova la bambola che John ha appena regalato a Mia, in occasione della maternità. (Ora io mi domando e dico: ma quando l'hai comperata avevi mangiato molluschi avariati per caso? Come fai a regalare una bambola tanto orrenda a tua moglie e come fa quest'ultima ad apprezzarla? Follia!) Prima di essere presa a coltellate, Mia riesce a comporre il 911 e si evita per un soffio la tragedia. I conuigi sono salvi e traumatizzati, Annabelle e compagno sono impallinati. La satanista muore con la bambola fra le braccia. Una goccia del suo sangue, cade sulla "cosa orrenda". Da qui in poi, la bambola sarà posseduta dallo spirito di Annabelle. Che giocattolo fortunato!

Penso che chiederò i danni esistenziali al regista, perchè sono stufa di ridere guardando i film di paura. Mi dispiace caro John Leonetti, tu pagherai per tutti. (la rima perfetta è non voluta, ve lo garantisco!) Partiamo dalla macchina da cucire, qui sono stata punta sul vivo. Mio padre è stato un sarto per tutta la vita e io ho lavorato molti anni in una sartoria. Ora, la prima cosa che ti insegnano è tenere le mani sulla stoffa ma lontano dall'ago, quando cuci. Ci arriverebbe anche un bradipo, Mia no. Ci sono varie inquadrature, dove la protagonista mentre cuce guarda la tv, si asciuga i capelli e mette nel forno i brownie. Tutto per creare suspance. Tu sei lì che pensi: "ora si cuce un ditooooo!" e un brivido ti percuote sin nel profondo dell'anima. Ragionamento tipo di Mia, la casalinga più rintronata che ci sia: "ok, mio marito mi ha regalato sta cosa brutta, la pazza che ha cercato di accoltellarmi l'ha tenuta in braccio. Ergo, mi evoca brutti pensieri. Joooohnnn! Butta la racchia porcellanosa nella spazzatura!" E John il santo la butta. Trasloco: Mia tira fuori gli oggetti di casa dagli scatoloni e nell'ultimo chi ti trova? Manco ve lo dico. Fatto sta che invece di chiamare l'Esorcista, la scellerata decide di riposizionare il cadav... ehm la bambola sullo scaffale. Ma una domandina non te la fai? Il maritino l'ha buttata nel monnezzaio e ora ce l'hai davanti agli occhi. Perchè non bruci quella faccia tutta trecce e sorriso macabro? Nasce Lia, la figlia di Mia (davvero non ho parole, scusate!), la mammina è perseguitata dalle apparizioni della defunta Annabelle, che con qualche porta sbattuta e qualche finestra che rutta (non fate domande!), spera di farcela fare sotto dalla paura. Per non finire al manicomio, John e Mia si rivolgono al prete della loro congregazione, il quale gli dice che la bamboluccia è cattiva e se la porta via sotto l'ascella, come fosse il sacchetto del pane. Il sacerdote (Tony Amendola), che non si è mai curato l'acne giovanile, ipotizza che Annabelle e company abbiano evocato un demone, che ora brama l'anima di Lia. Il fetentone, fa il diavolo a quattro (ormai ho mollato gli ormeggi!) per ottenere ciò che vuole, ma alla fine è talmente frustrato che ha una crisi di identità e crede di essere l'Uomo Ragno. Fantasmi che prendono la rincorsa  e fanno "buuuuuu!", bambole volanti, libraie con la pelle perfetta che affermano di essere vecchie, demoni che se ne stanno a testa in giù. La mia lista della spesa è più sconvolgente di questo film, evitate di buttare i soldi del biglietto. State a casa al calduccio, abbracciate il vostro amore e sussurrategli dolcemente:" a tua madre piacciono le bambole di porcellana?"

Voto: 


18 commenti:

  1. Accidenti, mi sa che non andrò mai a vedere questi film! X(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aenor!^^ Guarda, non ti perdi nulla. Soprattutto nel caso di Annabelle...@.@

      Elimina
  2. Indil ti sei superata xD Sto ridendo come una scema, te lo dico! Anyway, per la tartarughe ninja un pò mi dispiace, mi aspettavo qualcosa di carino e divertente... Annabelle già dal trailer era un ma-anche-no, e i film horror ultimamente sono un fiasco dietro l'altro e ad Halloween quest'anno non so che cavolo vedermi >-< Scommetto che se ci mettiamo noi a scrivere un film di paura esce fuori un horror come si deve!!!
    Per Il labirinto: ancora non l'ho visto, perchè voglio prima leggermi il libro, e mi sa che l'hanno fatto per essere capito solo da chi conosce la storia perchè l'ha letta U-u peccato però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Rosa!:) Grazie, sei troppo gentile...E' che quando vedo film inguardabili, ho il dentino avvelenato!^^ Le tartarughe, dei tre, è forse il più decente. C'è da dire che non sono una fan neppure del cartone animato, quindi ci sono andata giù pesantella!:) A chi lo dici! L'ultimo horror decente che ho visto è stato The Conjurig, se non lo hai visto, per Halloween buttati su quello. Annabelle è uno scempio assoluto!:( Un bacione!

      Elimina
  3. Se gli altri due sono più brutti di Maze Runner, stiamo apposto ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mik!^^ Lo sono, parola di vecchio elfo!:) Guarda, se proprio devi scegliere, opta per le Tartarughe, perchè Annabelle è una schifezza totale...Consigliere avvisato, mezzo salvato!:D

      Elimina
  4. ahahh mi sono divertita tanto a leggere le tue recensioni...però mi dispiace per Maze Runner..lo volevo andare a vedere....vedrò, anche perchè prima volevo leggere il libro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Licia!^^ Grazie cara, divento molto pungente quando si tratta di criticare i film.:D Mi aspettavo di più da Maze Runner, una storia più emozionante insomma. Comunque Dylan è spettacolare!:)

      Elimina
  5. Mi dispiace tantissimo che non ti sia piaciuto Maze Runner çwwç a me è piaciuto tantissimo!
    Le tartarughe ninja non lo guarderò perché mi sembra una cazzata (scusa il termine) e tu hai confermato la mia opinione xD Annabelle non so..forse vado a vederlo con un'amica ma non sono del tutto convinta! Sembra stupido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella!^^ Guarda, Dylan mi è piaciuto un sacco e anche i co - protagonisti, sono tutti ragazzi in gamba. Però la storia pecca un pò nell'essere poco fantasiosa, l'avrei arricchita ecco. Spero che con i seguiti si capisca qualcosa in più, vedremo!^^ Ti fidi di me? Lascia perdere quella oscenità di pseudo horror!@.@

      Elimina
  6. Ciao Indil :)
    Le tartarughe Ninja onestamente non mi ispira per nulla.. guardavo il cartone da piccola però il film non mi ha mai detto più di tanto!
    Mi dispiace invece per The Maze Runner.. devo ancora vederlo ma prima mi piacerebbe leggere il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eli!^^ Secondo me era meglio lasciare il cartone e non farci dei film, comunque i fans avranno apprezzato!:) Per The Maze Runner, speriamo nei seguiti dai!^^, un bacione!:)

      Elimina
  7. Ciao dolcissima!!!!!!!io non sono andata a vedere nessuno di questi film anche se ammetto che Maze Runner mi ispirava molto...^_*
    Un baciotto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stellina!:) Anche a me ispirava, soprattutto per il protagonista!:D Ti dirò: dei tre è quello che si salva un pò...@.@

      Elimina
  8. Ahahah oddio, ti adoro! Avevo mezza intenzione di vedere le Tartarughe Ninja, ma passo volentieri. Maze Runner lo voglio vedere perchè sono curiosa...mentre l'ultimo...ma manco se mi pagassero. A parte il fatto che io - copriti occhi e orecchie tesoro - colleziono bambole di porcellana (ihihih risata malefica) perciò direi questo film posso pure risparmiarmelo.
    Ps. mi raccomando vendicati! Soprattutto con la signorina col nome che inizia per V!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy cara!^^ Per vedere le Tartarughe devi essere una vera fan doc, altrimenti svalvoli!:D. Maze Runner è sicuramente singolare, a me la storia non ha colpito. Sono gusti personali ovviamente, magari a te piacerà!^^ Annabelle...lascia perdere! Coooossssaaaaa? E riesci a dormire la notte con tutti quegli occhietti che ti fissano?:D

      Elimina
  9. Indil mi sto sbellicando dalle risate :) no sta volta davvero ho riso dall inizio alla fine incredibile...apparte il fatto che non vedrò mai nessuno dei tre film, compreso le tartarughe ninja che io e il capo ti abbiamo costretta a vedere (ihihih <--- risata malefica) questo è uno dei migliori post che io abbia mai letto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, ma sappi che per Le Tartarughe Ninja me la pagherete tu e il capo!:D Guarda, non ti perdi nulla non vedendoli, passa tranquillamente oltre!^^

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^