venerdì 10 ottobre 2014

RECENSIONE: "Ora e per sempre" e "Lasciami andare via" di Megan Maxwell

Buon pomeriggio lettori! Oggi ho deciso di fare un unico post per parlarvi del secondo e terzo capitolo di una trilogia erotica che a me personalmente è piaciuta tantissimo. Parlo della serie spagnola Pideme lo que quieras scritta da Megan Maxwell ed edita Newton Compton. Vi avevo già parlato del primo volume Chiedimi quello che vuoi ed ero rimasta molto sorpresa dalla storia perché aveva quel tocco di spensieratezza che nell'erotico è quasi introvabile, e poi perché i protagonisti sono caratterialmente diversi. Insomma una lettura che consiglio caldamente agli amanti del genere. 

Titolo: Ora e per sempre
Autore: Megan Maxwell
Pagine: 448
Prezzo: € 9,90
Dopo essersi licenziata dalla Müller, Judith decide di allontanarsi per sempre da Eric Zimmerman. Per farlo e dare una svolta alla propria vita, si rifugia da suo padre, a Jerez. Tormentato dalla sua partenza, Eric non può fare a meno di cercarla, per convincerla con tutte le sue forze a seguirlo a Monaco, in Germania. Alla fine, incapace di reprimere quello che prova, Judith accetta di tornare con lui. Il desiderio tra loro è sempre fortissimo, la voglia di appagare le reciproche fantasie è più viva che mai. Tutto sembra procedere bene, finché Judith non si scontra con le prime difficoltà: il piccolo nipote di Eric, che non sopporta la sua presenza e le regole rigide che Eric vorrebbe imporle spesso la fanno sentire in gabbia… È possibile conciliare l’amore che prova per lui con il suo carattere così severo? La passione sfrenata che li unisce sarà sufficiente per superare le divergenze che li separano? Judith dovrà scegliere: un’esistenza alle condizioni di Eric o un nuovo futuro senza di lui. Ora e per sempre è una storia d’amore intensa, i cui protagonisti vivono le proprie fantasie sessuali senza tabù, e nella quale l’eros, in tutte le sue forme, è vera e propria linfa vitale.

RECENSIONE
In "Chiedimi quello che vuoi" abbiamo lasciato Judith prendersi una bella rivincita nei confronti di Eric. Ora si trova a Jerez, a casa di suo padre, nel luogo in cui è cresciuta e dove si sente realmente amata, ma con il cuore spezzato e senza un lavoro. Eric però non ha intenzione di rinunciare a lei e si presenta alla sua porta per farsi perdonare e per convincerla a tornare con lui in Germania. All'inizio non è facile ristabilire il rapporto che si era creato, quella passione intensa che li aveva travolti e lasciati senza fiato. Judith è ferita nel profondo e non riesce del tutto a perdonare Eric, per non averle creduto, per aver messo in discussione ancora una volta il loro rapporto. Eppure Eric è cambiato. E' determinato a  riconquistarla, a stare alle sue regole, a non metterla di fronte una scelta e proprio questo spingerà Judith a seguirlo a Monaco per iniziare una nuova vita insieme. Ma sarà tutt'altro che facile. 
Questo libro, a mio avviso, è il più bello della trilogia. Se nel primo non ero riuscita a lasciarmi coinvolgere emotivamente da Eric, qui mi ha del tutto conquistata. E' diventato molto più dolce nei confronti di Judith e cerca in tutti i modi di non farle sentire troppo la mancanza della sua famiglia in Spagna. Commette però un sacco di errori perché sappiamo quanto i tedeschi siano freddi e determinati nelle loro posizioni. Judith dal canto suo ha il ritmo spagnolo che le fa vivere la vita al massimo. Le piace divertirsi con gli amici, ridere, ballare, cantare, e per questo non potrebbero essere più diversi, eppure si amano e lottano per stare insieme. Come dice lei stessa "siamo due titani e i nostri cuori ci spaventano". Sono diversi in ogni cosa, hanno davvero poco in comune e grazie a questo la storia assume dei risvolti inaspettati che non ti permettono di staccarti dalle pagine fino alla fine, complice una scrittura semplice e coinvolgente.
A rendere le cose ancora più difficili c'è Flynn, il nipote di Eric che per lui è un padre a tutti gli effetti. Flynn renderà la vita di Jud un inferno. Mentre leggevo mi divertivo e arrabbiavo allo stesso tempo perché il piccolo è davvero una peste. Tale e quale a suo zio.
Eric purtroppo non è una persona facile con cui vivere perché vuole proteggere costantemente Flynn e Judith dalla insidie del mondo, e non si rende conto di rinchiuderli dentro una campana di vetro. Ma sappiamo quanto Judith sia uno spirito libero e lotterà ancora una volta per raggiungere la sua libertà.



Titolo: Lasciami andare via
Autore: Megan Maxwell
Pagine: 416
Prezzo: € 9,90
Si sono conosciuti e subito amati appassionatamente. Hanno giocato con l’eros in tutte le sue forme. Finché la loro diversità non li ha separati. Judith ed Eric hanno preso due strade diverse, provando a fare a meno l’una dell’altro. Ma il desiderio sempre latente li ha portati a ricercarsi. E ritrovarsi. A Monaco, dove si sono trasferiti, le difficoltà della loro storia sono riemerse. Ora sono nuovamente di fronte a una decisione da prendere: lasciarsi o continuare a stare insieme. Entrambi sembrano voler lottare per preservare la loro relazione, anche se il prezzo da pagare questa volta potrebbe essere davvero alto…

RECENSIONE
La trama di questo libro porta un pò fuori strada e infatti durante la lettura sono stata in ansia tutto il tempo. Mi sono chiesta del perché poi questo titolo sembrasse così fatalistico visto che i primi due racchiudono le parole più importanti del rapporto tra Eric e Jud. Ho passato quattrocento pagine con la paura di una catastrofe. 
Tralasciando questa minuscola critica "Lasciami andare via" è forse il meno (ma di poco) appassionante tra i tre. Eric e Judith si sono sposati e ora stanno vivendo una bellissima luna di miele in Messico. La loro storia d'amore scorre finalmente senza problemi, liberi di amarsi e di meritarsi un pò di felicità. Cercano di scendere a patti con i loro caratteri e di sostenersi sempre e comunque. Abbiamo già appurato precedentemente quanto i due siano diversi, vero? Bè, ci saranno nuove difficoltà che li porteranno a non fidarsi, ad avere dei dubbi e a non comprendersi fino in fondo, a mettere di nuovo tutto in discussione. 
Se nei libri precedenti ho apprezzato Judith per la sua natura così solare e generosa, qui mi ha infastidito parecchio. Innanzitutto l'ho trovata troppo disinibita per i miei gusti. Alcuni atteggiamenti poi erano davvero infantili quasi uno sforzo per ribellarsi alle esigenze del marito. Sappiamo già quanto il loro rapporto si scosti dal normale visto che a entrambi piace "giocare" e condividere con altri il proprio piacere. Ho trovato una scena in particolare davvero troppo spinta. La Maxwell non si fa scrupoli pur di sbalordire. A parte questo il libro è meno avvincente ma riesce comunque a coinvolgere il lettore e a farsi assorbire completamente dalla storia. Ormai Eric e Jud sono una coppia sposata ma devono ancora affrontare moltissimi ostacoli. Le gelosie e le incomprensioni sono sempre all'ordine del giorno e infatti accade un evento che destabilizza ancora una volta il loro amore
I personaggi secondari hanno dei ruoli molto divertenti e ti spingono a seguire le loro vicende. Flynn, il nipote di Eric è ormai diventato un ragazzino dolcissimo, ed è molto legato a Judith. Björn, il migliore amico di Eric è in assoluto il mio personaggio preferito
Divertente, sexy, leale ed è un vero playboy. Spero che la Newton decida di tradurre presto lo spin-off a lui dedicato anche perché nel libro abbiamo un assaggio di ciò che accade... che abbia finalmente trovato pane per i suoi denti?
Ci sono tanti elementi che giocano a favore della serie come la diversità dei protagonisti, il rapporto sempre altalenante, gli ostacoli da superare, la gelosia, la lontananza, l'orgoglio, la paura, la malattia...
Posso dirmi soddisfatta dello stile della Maxwell e della storia che ha saputo creare e ammetto che in poco tempo è diventata una delle mie serie preferite perché è riuscita a conquistarmi e a tenermi con il fiato sospeso fino all'epilogo, seppur prevedibile. 


La serie è composta da:
1. Chiedimi quello che vuoi
2. Ora e per sempre
3. Lasciami andare via
3.5. Sorpréndeme (libro su Björn - ancora inedito)

***

Questa volta sono stata brava perché non ho scritto delle recensioni da pergamena ;)
C'è qualcuno che ha letto questa serie e che è rimasta soddisfatta come me?
Ho messo la foto di Paul Walker perché il personaggio di Eric è proprio ispirato a lui. In realtà io non riuscivo a immaginarlo così perché Eric è un freddo tedesco mentre Paul aveva un viso molto dolce :'(
Buon fine settimana!

10 commenti:

  1. Ciao Violet!! <3<3<3
    Come sai ho il primo in prenotazione in biblioteca (ci vorrà un pò per arrivare u,u), e sono proprio curiosa di leggerlo e farmi una mia opinione, quindi le due recensioni le ho leggiucchiate per non anticiparmi troppo ^.^ Noo, ma Paul Walker, pace all'anima sua, ha un viso troppo dolce e solare, non me lo immagino come un tedesco freddo >-<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa della tua opinione ;)
      Spero davvero che ti piacerà...
      Oh ma potevi leggere tranquilla anche perché mi sembra di non aver accennato nulla di particolare e niente di non prevedibile ihihihih. Jud e Eric sono una coppia molto ma molto insolita ;p

      Elimina
  2. Ciao cara! Mi hai messo una curiosità pazzesca con questa serie. Devo recuperarla al più presto, insieme a quella della Malpas.
    Intanto indovina un po' cosa ho appena iniziato a leggere? Ieri sono corsa in libreria per prendere Black Ice! Non sono riuscita a resistere ^^
    Tu l'hai preso? Io sono curiosissima di vedere cosa ci riserverà, ma conoscendo l'autrice, le premesse sono buone :-)
    Buon week-end!
    Baciiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella ^_*
      Quella della Malpas la devi proprio recuperare presto ♥♥♥
      Jess Ward è un uomo che non si dimentica facilmente *__*
      Com'è Black Ice??!! Sto leggendo recensioni un pò così :'(
      Io non l'ho ancora preso...

      Elimina
    2. Anch'io ho letto recensioni non propriamente positive, però adesso come adesso mi sta piacendo. Sarò controcorrente, ma al momento mi sta lasciando con il fiato sospeso. E' adrenalinico, e poi la protagonista è proprio tosta. Appena ho un momento libero, prendo il libro in mano per continuare. Lo trovo molto scorrevole e avvincente. Per adesso non mi ha deluso, anzi! Io gli darei una possibilità.
      Bacioni <3

      Elimina
    3. Sono ottimista allora perché mi stavo preoccupando *__*
      Mi piace lo stile di Becca e non posso perdermelo ;)
      Grazie per il consiglio tesoro :-*

      Elimina
  3. ohh...mi manca questa trilogia...tra un po' la leggo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh carissima spero che ti piacerà *___*

      Elimina
  4. io ho letto il primo, mi è piaciuto molto, l'ho trovato originale come dicevi tu nel fatto che è allegro e brioso. Il tema anche è diverso dal solito, e sicuramente appena riesco leggerò i successivi. Sono contenta che a te sia piaciuto, mi fa ben sperare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allegro e brioso....hai detto bene ^-^
      Secondo me il secondo è ancora meglio del primo...ti fa ridere ma ti fa anche arrabbiare mentre il terzo poteva dare qualcosa di più... cmq è bello lo stesso. Mi piace troppo lo stile della Maxwell ;)

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^