giovedì 28 gennaio 2016

POPCORN: Heart of the Sea - Le origini di Moby Dick



Buondì lettori, non so se avete notato ma blogger sta facendo di nuovo la moria dei follower. Basta. Non se ne può più. Dunque, oggi finalmente riesco a pubblicare questo post che era in bozze da dicembre, rendetevi conto, ma con la pausa del blog e la scelta di altri post ho dovuto rimandare per un pò. Ma adesso niente mi intralcerà. Così torna una nuova puntata di Popcorn, l'ultima risale al 26 novembre scorso, ma sapete già che seleziono i film da vedere con molta cura perché sono incontentabile. Visto che Chris Hemsworth è tornato con un nuovo action adventure movie potevo non perderlo? Proprio no, infatti dove c'è Chris ci sono anche io. Ormai la cosa è appurata e sappiate che in questa rubrica si recensirà qualunque film con lui come protagonista (non vedo l'ora di vederlo in Ghostbuster - foto). Ma torniamo a noi, oggi vi parlo di Heart of the Sea - La origini di Moby Dick, film che mi ha colpito molto per la sua storia avvincente e molto drammatica e perché ispirata, appunto al mito di Moby Dick. 

Quando ho visto il trailer di "Heart of the Sea" ho semplicemente pensato wow! Il fatto che fosse diretto da un grande regista come Ron Howard, che in passato ha già collaborato con Chris nel film Rush, mi ha dato quell'ulteriore spinta in più, perché dal primo teaser trailer si capisce che è qualcosa di assurdamente magnifico. Heart oh the Sea è tratto dal romanzo Nel cuore dell'oceano - La vera storia della baleniera Essex scritto da Nathaniel Philbrick che narra la vera storia della baleniera Essex che ha ispirato Herman Melville nel suo leggendario libro Moby Dick. Il film inizia così: nel 1850 Herman Melville (interpretato da Ben Whishaw) si reca sull'isola di Nantucket per cercare informazioni sui fatti realmente accaduti sulla baleniera Essex trent'anni prima. Il suo scopo è quello di trovare l'ispirazione per il suo nuovo romanzo dal titolo Moby Dick. Per lui è talmente un'ossessione che paga il vecchio Thomas Nickerson (Brendan Gleeson), che all'epoca del naufragio della nave era semplicemente un mozzo, per farsi narrare l'intera storia. Cosa è accaduto realmente sull'Essex? Perché c'è un tale mistero che regna ancora su quella storia? Ma il vecchio si dimostra ostinato e reticente, ancora turbato dall'accaduto, con i resti di una sofferenza mai assopita nella sua anima. La moglie di Thomas riuscirà a convincerlo ad aprirsi e a liberarsi di quel peso, così il vecchio, seppur a malincuore, decide di raccontare la verità a Melville che armato di carta e penna inizia a scrivere.

Nel 1820 l'esperto baleniere Owen Chase (Chris Hemsworth) è convinto di diventare capitano di una nave dopo la promessa che gli hanno fatto gli armatori di Nantucket. Owen è riuscito a catturare moltissime balene e con lui le spedizioni sono sempre risultate vincenti. Ma quegli uomini hanno in serbo altri piani per lui. Owen è costretto a imbarcarsi sulla baleniera Essex per fare da primo ufficiale al rampollo di una ricca famiglia di comandanti di balenieri, George Pollard (Benjamin Walker). Il rapporto tra lui e Pollard non inizia nel migliore dei modi. Per farsi rispettare Pollard assume sulla nave un atteggiamento arrogante e dispotico, Owen gli rinfaccia il fatto di essere ricco e inesperto, e Pollard lo umilia per essere un ex galeotto e per provenire da una famiglia di campagnoli. Con questa atmosfera di ostilità l'equipaggio verrà messo a dura prova da una forte tempesta e dal fatto di non essere riusciti ad avvistare nemmeno una balena. Così Pollard decide di raggiungere una zona dell'Oceano ancora inesplorata sulle coste dell'Ecuador, dove un baleniere spagnolo li informa della presenza di una enorme balena bianca che ha decimato i marinai della sua nave. Ma lui, Owen e Matthew, il migliore amico di Owen, non gli credono e decidono di correre il rischio anche con la disapprovazione dell'equipaggio. Arrivati in quelle acque si imbattono in un branco di capodogli, scendono sulle scialuppe e ne catturano uno. E quando sono intenti in un'altra caccia si imbattono nella gigantesca balena bianca che distrugge la nave facendola affondare. L'equipaggio si salva ma da quel momento sono costretti a stare sulle scialuppe in balia dell'oceano senza cibo né acqua, senza speranza di potercela fare per tornare finalmente a casa. Distrutti dalla fame dovranno prendere una drastica decisione per riuscire a salvarsi.

Mi aspettavo decisamente un film ricco di avventura, dove l'oceano e la balena bianca erano i veri protagonisti. C'era l'oceano c'era la balena bianca che ha ispirato il mito di Moby Dick, ma quello che non mi aspettavo di trovare era una storia sull'avidità e sulla cupidigia degli uomini, in ultimo la sopravvivenza. Heart of The Sea è un film sì di avventura ma molto drammatico, una storia che fa riflettere e domandarsi su cosa si è disposti a fare pur di sopravvivere, pur di rivedere i propri affetti e interessi. Sinceramente non credevo che era basato su una storia vera, anche se nel trailer lo dice chiaramente, perché quante volte ci siamo cascati sui film? Così sono andata a documentarmi e ho scoperto la vera storia di due uomini, Owen Chase e George Pollard e di come riuscirono a sopravvivere dopo l'affondo della nave Essex. Come ha affermato Chris in un'intervista "alla base di Heart of the Sea c'è un dramma umano". Un dramma che ha segnato i sopravissuti che hanno commesso un abominio inimmaginabile. Per girare alcune scene gli attori hanno dovuto perdere più di venti chili, ma sono stati molto aiutati anche dal trucco perché facevano davvero impressione.

Bravissimi tutti gli attori, veramente. Sarebbe scontato dirvi che Chris è stato bravissimo e per una volta l'ho visto più strafottente e quasi crudele, anche preso dall'avidità e dall'invidia. Mi è piaciuto anche il protagonista secondario, Matthew, il migliore amico di Owen, interpretato dal poliedrico Cillian Murphy. Una scena in particolare che riguarda Owen e Matthew è stata davvero molto bella e toccante anche se avrei voluto vedere più approfondito il loro legame di amicizia, ma ehi non stiamo mica parlando di un libro. E poi ci sono Benjamin Walker, l'Abramo Lincoln de La leggenda del cacciatore di vampiri (bellissimo quel film) e indovinate un pò? Brendan Gleeson, l'Alastor Moody della saga di Harry Potter che qui interpreta l'anziano Thomas Nickerson, narratore della storia. Un cast che mi ha sorpreso ma che mi è piaciuto molto perché li ho trovati molto in sintonia.

Il film è molto bello e mi ha coinvolto fino alla fine, d'altronde adoro le avventure in mare, anche con tutto l'aspetto drammatico che ne consegue. Strano come si viveva a quel tempo, che bisognava usare l'olio di balena per avere l'illuminazione. Guardate i progressi di oggi, allora i marinai rischiavano la vita per catturare questi cetacei, oggi basta una sola lampadina per risolvere il problema. E poi mi ha fatto sorridere la scena finale quando il vecchio Thomas dice a Melville che ha sentito che qualcuno ha scavato nella terra e ha scoperto una specie d'olio. Bè, ci si sarebbe risparmiata tutta questa tragedia. Comunque, se vi piacciono questi tipi di film e se siete curiosi di conoscere, in una versione cinematografica naturalmente, la vera storia del capitano Pollard e del suo primo ufficiale Owen Chase, allora ve lo consiglio. Oh bè, anche se amate Chris Hemsworth in una versione più cruda allora quello è input in più.

Molto bello

12 commenti:

  1. Sono davvero curiosa di vederlo :) Molto bella la tua recensione del film ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede! Fammi sapere se lo vedi ^-^

      Elimina
  2. L'ho visto, a me è piaciuto molto tanto che mi ha fatto voglia di comprare il libro! *-* una bella avventura!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non penso che il libro lo leggerò mai perché mi è bastato il film, ma se lo leggi voglio sapere se è meglio ^-*

      Elimina
  3. Eeeeeh... lo sapevo che l'avresti recensito!!! C'è Chris Hemsworth :D
    Sembra proprio un bel film! Lo voglio vedere assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non riesco a resistere a recensire un film con Chris. Penso che ormai vi ho talmente rotto le scatole che lo sapete meglio di me ^-*

      Elimina
  4. Violet, devo ancora vedere questo film ma già da tempo il trailer mi aveva rapita! E poi c'è Chris, come posso perdermelo?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella! Secondo me è Chris che rende un film più bello o mi sbaglio? *-*

      Elimina
  5. Proprio ieri sera ho visto Chris in Thor, quanto è belloooo *_______*
    Btw, a pelle questo non sembra un film che potrebbe piacermi, ma se lo vedrò sarà per il nostro Chris. Superficiale? si, ma chissene XD
    Comunque una recensione molto puntuale e si vede che ti è piaciuto moltissimo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io l'ho visto! Quant'era sbruffone! :D
      Mi sono persa... che cos'è Btw? Tu e le tue abbreviazioni mi farete diventare matta -_- Veditelo il film daiiiiiiiiiiiii... comunque anch'io sono molto superficiale! Insomma, l'occhio vuole pure la sua parte, no? ;D

      Elimina
    2. Btw, By the way :P Sorry, lo sai che mi piacciono XD
      Si dai, quando arriva il dvd in biblioteca lo prendo, anche perchè di vederlo in streaming non se ne parla.

      Elimina
    3. By the way??!! Me ne ricorderò >_<
      Ok, allora aspetto che lo vedi ;D

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^