martedì 23 febbraio 2016

Teaser Tuesdays #36

Ben tornati lettori, finalmente riesco a scrivere questo post visto che mio nipote di due anni aveva preso possesso del computer per vedere le puntate di Ben e Holly. L'ho rimandato piagnucolante dal nonno. Eh sì, sono una pessima zia. Dunque, oggi torna l'appuntamento con la rubrica Teaser Tuesdays che ogni tanto sparisce dal blog perché preferisco dare spazio a post più urgenti o per mancanza di tempo non riesco a prepararla, ma ormai mi conoscete bene e sapete che sono un caso senza speranza. Il pezzo di oggi è tratto da un libro che ho iniziato a leggere da poco e che mi ha catturata fin dalle prime pagine per la sua atmosfera da favola e i personaggi così misteriosi e affascinanti. Avevo intenzione di recensirlo venerdì ma non penso ci riuscirò perciò dovrete aspettare la prossima settimana. I'm so sorry >_<

Le regole sono: 
  • Prendi il libro che stai leggendo;
  • Aprilo in una pagina a caso (chi ci crede è bravo);
  • Condividi qualche frase di quella pagina;
  • La frase non deve contenere spoiler;
  • Condividi il titolo e l'autore in modo che i partecipanti possano aggiungere il libro alla loro TBR list.

LA MOGLIE DEL CALIFFO 
(The Wrath and the Dawn#1)

Il rida' bianco di Tariq si gonfiò alle sue spalle per effetto del vento mentre il cappuccio minacciava di volargli via nonostante la striscia di cuoio che lo teneva al suo posto. Quando girarono attorno all'ultima duna, dalle sabbie emerse il profilo di una fortezza in mattoni chiari e malta grigia, con le torrette culminanti in tetti di rame a spirale, venati di turchese dalla patina del tempo. 
<<Sta arrivando il figlio dell'emiro!>>, gridò una sentinella, allorché Rahim e Tariq si avvicinavano ai cancelli posteriori, che si spalancarono quasi immediatamente. 
Servitù e lavoranti si tolsero dalle strade, mentre Rahim attraversava l'inferiata ancora cigolante con Tariq alle calcagna. Una cesta di cachi si rovesciò a terra, e il contenuto rotolò tutt'intorno, prima che un vecchio borbottando si chinasse in avanti e cercasse di raccogliere i frutti arancioni che non si lasciavano prendere. Insensibili al caos che avevano provocato, i due giovani nobili arrestarono i loro cavalli quasi al centro dell'ampio cortile.
<<Come ci si sente a assere battuti da uno sciocco?>>, lo punzecchiò Rahim, con una luce che accendeva i suoi occhi di un blu profondo.
Un angolo della bocca di Tariq si incurvò in una smorfia divertita, prima che scivolasse giù dalla sella e abbassasse il cappuccio del suo rida'. Si passò una mano nel groviglio ribelle dei suoi riccioli e qualche granello di sabbia gli cadde sul viso; sbatté le palpebre più volte per proteggersi dal loro attacco. Dalle sue spalle provenne il suono della risata soffocata di Rahim.
Tariq aprì gli occhi. La serva che gli stava davanti distolse in fretta lo sguardo, arrossendo. Il vassoio con i due bicchieri d'argento pieni d'acqua che teneva in mano iniziò a tremare. 
<<Grazie>>, sorrise Tariq, mentre ne prendeva uno.
Il rossore sulle guance della ragazza si accentuò, così come il tremito delle sue mani. Rahim si avvicinò, afferrò il proprio bicchiere e fece un cenno alla ragazza, che si girò e corse via più in fretta che poté. 
Tariq gli diede uno spintone. <<Scemo!>>.
<<Credo che quella poveretta sia mezza innamorata di te. Dopo un'altra pessima figura a cavallo, ritieniti molto fortunato che il destino ti abbia dato in dono un bell'aspetto>>.
Tariq lo ignorò e si girò a osservare il cortile. Alla sua destra notò l'anziano servitore chino sopra un mucchio di cachi sparpagliati ai suoi piedi. Tariq gli andò vicino e, su un ginocchio, gli diede una mano a rimettere i frutti nella cesta. 

↓↓↓↓
E questo Tariq non è il protagonista principale ma senza dubbio ha la sua importanza ed è un personaggio davvero bello. Ragazze, questo libro è fantastico, non vedo l'ora di parlarvene. 

8 commenti:

  1. Vedo questo libro ovunque xD ahahahahahah
    Ecco il mio #TT:

    «Perché hai così tanta paura di me?» gli chiesi piano.
    Pensavo che la mia domanda lo avrebbe lasciato perplesso, ma sembrò solo mortificato. «Ho sempre avuto paura di te, piccola Hellie. C'è qualcosa di oscuro dentro di te, c'è sempre stato. Non voglio essere nei paraggi quando verrà fuori».

    › Capitolo 1, Sins & Needles by Karina Halle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! Perché mi leggi sempre questi libri che non arriveranno mai in Italia o che arriveranno fra cent'anni? >_< comunque molto interessante. Quindi la pazza è lei...

      Elimina
  2. Aaaah, che meraviglia! Per un attimo me ne sono andata in un luogo con il sole, la sabbia e il vento e nessun pensiero per la mente :3 Lo voglioooooo, e ovviamente non vedo l'ora di sapere il tuo pensiero :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene, Rose! E' proprio una meraviglia e l'ambientazione l'adoro *-* Per la recensione la prossima settimana, perché in questi giorni non ce la faccio >_<

      Elimina
  3. Ciao V! All'inizio ero indecisa su questo titolo, ma ho sentito solo recensioni positive a riguardo. Alla fine non ho resistito e l'ho preso. Ora mi serve solo un po' di tempo libero... Sembra così intrigante!
    Bacio XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella, sono contenta che alla fine hai deciso di prenderlo. Io lo sto leggendo e non riesco a staccarmi e spero che continui a catturami fino alla fine ^-*
      Bacio a te :-*

      Elimina
  4. ho ancora gli occhi a cuore per questo libro, mi ha travolta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sta travolgendo anche me per la miseria *-*

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^