venerdì 25 marzo 2016

RECENSIONE: "Jaguarà" di Margaret Gaiottina

Lettori d'incanto, siamo giunti all'ultimo post della settimana prima di salutarci per il weekend di Pasqua. Eh già, perché il blog riaprirà i battenti direttamente martedì quindi sparirò completamente da blogger per godermi questa brevissima vacanza. 
Dunque, oggi vi parlo di Jaguarà, primo volume di una serie paranormal romance scritta da Margaret Gaiottina. Un libro che mi ha tenuta incollata alle pagine del mio ebook reader e che mi ha fatto scoprire un mondo nuovo con i fratelli Saxton. 

Titolo: Jaguarà (Jaguarà#1)
Autore: Margaret Gaiottina
Editore: Mamma Editori
Pagine: 230
Prezzo: € 8,33 ebook: € 4,90
Acquistalo su: Amazon ~ Kobo ~ Google Play ~ iTunes ~ Bookrepublic
Orlando Saxton ancora non sa che il padre ha assunto per lui un'assistente cieca. Seducente e arrogante chirurgo plastico, l’ultimo rampollo dei Saxton è tanto abituato all'effetto che provoca nelle femmine del suo genere da aver bisogno di diversivi sempre più eccitanti per soddisfarsi. Del resto le donne dissolute che frequenta sono ben liete di offrirgliene. Maya O’Byrne, dal canto suo, abituata a cavarsela mescolando fiducia nel prossimo e istinto per il pericolo, resta spiazzata dal profumo insolito che circonda costantemente il suo nuovo principale: un odore oscuro, di selvaggio e di foresta tropicale. Ma l’immaginazione tanto sviluppata in persone come lei, basterà per preparare Maya alla verità? E sopratutto saprà il cuore di Orlando resistere a un candore tanto impavido e letale?
Recensione
Maya O'Byrne è stata assunta per essere l'assistente personale di Orlando Saxton, un famoso chirurgo plastico, secondogenito di una delle famiglie più importanti della città. Maya è cieca da molto tempo, la sua guida fidata è un dolcissimo labrador di nome Doc. Non potendo servirsi della vista Maya ha sviluppato tutti gli altri sensi e riesce a percepire l'umore delle persone, il radar delle emozioni, come lo chiama lei. Quando incontra per la prima volta Orlando Saxton, Maya percepisce un odore selvaggio, primitivo, sa che quell'uomo è pericoloso e il loro primo scambio di battute le dimostra che è una persona cinica e maleducata. Dal canto suo Orlando non è contento di avere un'assistente cieca e si diverte a prenderla in giro in modo crudele, eppure quella ragazza gli suscita dentro emozioni contrastanti con la sua dolcezza e purezza. Ma lui è abituato a frequentare un certo tipo di donne, solo così riesce a calmare il suo istinto animale, ad avere il controllo della bestia che è dentro di sé e che ruggisce quando le emozioni diventano troppo intense. Orlando Saxton è un uomo maledetto. Lui è lo Jaguarà. 

Questa lettura è stata davvero una sorpresa. Era da diverso tempo che avevo i primi due volumi di questa serie nel kobo, e spesso ci giravo intorno perché avevo proprio il desiderio di leggerla. Non avevo capito che comprendesse anche il genere paranormale perché pensavo fosse solamente un erotico, invece c'è molto poco di erotico in questo libro. Ci sono poche scene e l'autrice non si perde in lunghe e lunghe pagine di descrizione, per cui la lettura è adatta a tutti, anche ai soliti animi sensibili. Ed è strano vista la natura perversa del protagonista. Mi aspettavo molto di più in quel senso. Ciò non toglie che Jaguarà è un libro davvero bello che mi ha stregato. I personaggi mi sono piaciuti un sacco e sono entrata in sintonia con Maya perché diventa inevitabile patteggiare per lei e la sua condizione. Ho adorato anche Doc, il suo dolcissimo labrador che la guida affabilmente per le strade della città e che cerca di proteggerla dai pericoli, anche quando capta la parte animale di Mr Saxton. Prima di lavorare per lui Maya conduceva una vita monotona e poco indipendente. Si sentiva soffocare dalla protezione di Jeremy, il suo migliore amico e di Miss Gordon, la sua governante. Finalmente adesso ha un lavoro e la possibilità di fare davvero qualcosa nella vita. 

Orlando Saxton è un famoso chirurgo plastico, tutte le donne lo cercano e sa che nel suo lavoro è il migliore. La sua arroganza non lo rende simpatico all'inizio, sopratutto quando sembra prendere di mira la povera Maya a causa della sua cecità. Vuole imporsi e sottometterla ma Maya non si lascia piegare. In poco tempo lei scopre il lato perverso di quell'uomo e inspiegabilmente ne è attratta. Lui incarna tutto ciò che di sbagliato c'è in un uomo, ma questo non le impedisce di ascoltare le sue conversazioni telefoniche con misteriose donne. Poi un giorno lui la salva dal pericolo e lei intuisce che quell'uomo nasconde qualcosa ed insiste per sapere la verità, ma ancora una volta Orlando si prende gioco di lei e la mette di fronte a una dura realtà. 

Nonostante il romanzo mi sia piaciuto così tanto ho notato alcune cose insolite. Primo fra tutte mi ha dato come l'impressione che ci fossero delle mancanze, nel senso che alcune situazioni non venivano spiegate del tutto e rimanevano così in sospeso. Anche la storia della maledizione dei Saxton non mi ha lasciato del tutto soddisfatta, come se mancasse qualcosa di essenziale. Purtroppo questo influisce sul mio voto finale perché altrimenti avrebbe meritato il massimo

Il libro l'ho letteralmente divorato sia grazie alla fluidità della storia che per i dialoghi così interessanti. I personaggi sono la cosa meglio riuscita, Maya e Orlando mi sono piaciuti davvero tanto perché sono molto diversi, hanno avuto due vite completamente agli opposti. Avrei strozzato lui tutte le volte che osava ferirla con le sue battute pungenti e con i suoi modi crudeli. Altri personaggi molto importanti sono David e Thiago, primogenito e ultimogenito dei Saxton. Questi fratelli non hanno una sola caratteristica in comune se non per il sangue. Thiago deve combattere anche lui la propria maledizione e non vedo l'ora di leggere il prossimo libro che riguarda proprio la sua storia. 


↓↓↓↓
Ebbene carissimi, anche per oggi è tutto. Spero che questa recensione vi abbia incuriosito, sempre nel caso non abbiate ancora letto o scoperto Jaguarà. Lettura che vi consiglio i-m-m-e-d-i-a-t-a-m-e-n-t-e di recuperare, ma nel frattempo auguro a voi e alle vostre famiglie una Buona Pasqua. Non strafogatevi troppo di uova di cioccolato perché vi escono le bolle, e ci rileggiamo martedì! Ciao a tutti! 

10 commenti:

  1. Violet! Grazie di aver letto Jaguarà e di avermi dedicato questo spazio. Si, probabilmente la maledizione poteva essere sviluppata meglio e di sicuro lo è stata nei romanzi successivi. Faccio tesoro dei tuoi consigli e mi godo le tue magiche parole!!! Buona Pasqua a te e alle lettrici di Libri d'Incanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Margaret! Non mi devi ringraziare di nulla! Sono contenta che ti sia piaciuta questa recensione e non vedo l'ora di leggere Thiago e Samaritan! *-* Ti farò sapere presto. Un abbraccio!

      Elimina
  2. Mia carissima, ciao! In extremis faccio tanti Auguri di Buona Pasqua anche a te! Anche questa è stata una settimana tremenda e se ti consola pure io sto poco bene in questi giorni.
    Ad ogni modo, bacioni, tesoro XD
    Passa dei bei giorni!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella! Sono in ritardo per ringraziarti per gli auguri. Mi sono assentata da blogger per una settimanella ma sono tornata più in "forma" che mai! Come mai sei stata male? Cosa hai avuto?! >_<

      Elimina
  3. Nulla da fare, non mi ispira XD

    RispondiElimina
  4. Ciao Violet, arrivo tardi, ma spero che le feste pasquali siano passate in modo piacevole e sereno! <3 Per me è stato così, e non ti nascondo che mi sono letteralmente strafogata di dolci X"3
    Amour, lo sai, lo devo proprio leggere (tra chissà quanto però >-<" Sono curiosa di saperne di più di questa maledizione, e soprattutto di conoscere i tre fratelli Saxton *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rose bella! Le feste pasquali sono andate bene è questa disgraziata allergia che mi sta dando tormenti e siamo solo ad aprile!! Io pochissimi dolci stavolta >_< Aaahh i tre fratelli Saxton vanno assolutamente letti *-*

      Elimina
  5. la penso proprio come te. Forse anche io avrei preferito sapere qualcosa di più sulla maledizione, ma questo è il primo, confido nei successivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lo sapevo... noi la pensiamo uguale sulla maggior parte dei libri che leggiamo ^-* Anch'io non vedo l'ora di leggere i prossimi *-*

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^