martedì 22 marzo 2016

Teaser Tuesdays #37

'Giorno lettori, questa mattina mi sento come un'astronauta che galleggia su un pianeta, quale ancora non lo so. Sto cercando di svegliarmi con piccoli schiaffi in faccia (ho la pelle delicata) ma non ci riesco, nemmeno la colazione mi ha tirato su. Mi sento fiacca, ho sonno e sono di cattivo umore. Oggi starò fuori tutto il giorno e sto facendo una scorta di vitamine per superare la giornata. Manco una vecchia decrepita è nelle mie condizioni. Direi che questa primavera è iniziata alla grande! Dunque, oggi torna un nuovissimo appuntamento con la Teaser Tuesdays, rubrica non ideata certo da me, che ha lo scopo di mostrarvi un pezzo del libro che si sta leggendo. Ho iniziato da poco un paranormal romance che me gusta mucho, per adesso procede bene perciò il teaser di oggi non sarà casuale ma qualcosa che spero stuzzicherà il vostro interesse. 

Le regole sono
  • Prendi il libro che stai leggendo;
  • Aprilo in una pagina a caso (chi ci crede è bravo);
  • Condividi qualche frase di quella pagina;
  • La frase non deve contenere spoiler;
  • Condividi il titolo e l'autore in modo che i partecipanti possano aggiungere il libro alla loro TBR list.
JAGUARA'
(Jaguarà Saga N.1)

La prima nota strana che avvertì fu l'odore: aspro e persistente. Raddrizzò la testa. Un istinto primordiale la fece scattare sull'attenti. Un'ondata dì passioni calda come vento del deserto la investì. Stava succedendo qualcosa di strano.
- Maya, entra pure e chiudi la porta.
La voce di Orlando era un sibilo soffocato, ancora più graffiante di quando lo aveva intercettato nella telefonata della mattina. Un soffocato gridolino femminile lo seguì.
- Shh… Risatina femminile smorzata.
- Sei venuta presto Maya, avevo proprio bisogno di te, — disse Orlando ostentando un tono esageratamente professionale. Maya sentì le braccia e le gambe diventare come di burro, il cuore le si trasformò in un sasso. 
Non sapeva davvero cosa rispondere, cosa fare, dove andare. L'istinto le diceva di scappare, di lasciare quella stanza, quel lavoro, tornarsene a casa e chiudersi in camera a maledire il destino. L'odore di sesso continuava a insinuarsi nel naso, persistente, pungente, impedendole di concentrarsi.
Quel pervertito e la signorina volevano spassarsela un po' prendendosi gioco di una povera cieca, chissà come si eccitavano a farlo davanti a chi poteva solo sentire e immaginare, doveva essere una specie di sfida. Strinse i pugni fino a piantarsi le unghie nella carne. Non lo avrebbe permesso, doveva essere chiaro fin da subito. Altrimenti prima o poi sarebbe stata costretta ad andarsene e il sogno di una vita normale sarebbe svanito in un soffio, così com'era arrivato. Quel bastardo avrebbe avuto esattamente ciò che meritava
- Mi scusi dottor Saxton, prima che mi dica di cosa ha bisogno, permetta che io apra un po' la finestra, c'è aria davvero viziata qui dentro, - e senza attendere risposta bordeggiò la stanza. Maya strinse forte i denti e si concentrò: il punto di affaccio sulla strada doveva essere il medesimo dove l'aveva lei, sulla sinistra. Sperando di aver fatto bene i conti raggiunse la parete dove doveva esserci l'apertura.
Maya trovò il freddo del vetro e poi la maniglia della finestra sotto le dita. Con un senso di perverso trionfo, la girò. Ora c'era da vedere chi si sarebbe divertito lì dentro.
Aprì la finestra. Anzi, la spalancò e l'aria di febbraio la investì come un'onda ghiacciata.
Maya immaginò i due che correvano a coprirsi. Dovevano essere uno spettacolo! Poi però spirò una raffica potente e inaspettata che la investì da capo a piedi facendola barcollare. Cercò un appiglio ma la mano annaspò nel vuoto.

↓↓↓↓
E' inutile dirvi che Mr Orlando Saxton già lo odio, vero? Ah sono proprio curiosa di cos'altro mi riserverà questo personaggio. Ok, adesso aspetto di sapere cosa ne pensate voi? Avete letto la serie della Gaiottina? Ditemi tutto! 

10 commenti:

  1. Ti lascio quello che ho pubblicato oggi nel mio stato su Goodreads! :D

    "You let that boy mark you?" he sneered.
    Oh, of course this was a jealousy thing.
    "Yeah," I said, deliberately, leaning forward on the horse's ne. "I did. I felt like I needed more. One tattoo just wasn't doing it for me."

    — Shooting Scars by Karina Halle

    RispondiElimina
  2. Lo sapevo, non dovevo leggere il tuo teaser. Mr Orlando Saxton mi incuriosisce un bel pò *.* Come devo fareee, ho tremila libri da leggere >-<""

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scommetto che Orlando Saxton lo adorerai. *-* Ah ti capisco con tutti questi libri. Non se ne può più perché scegliere la prossima lettura è un'impresa complicata >_<

      Elimina
  3. Guarda, anch'io per ora mi alzo di cattivo umore e non ho idea di come affronterò la settimana se parto già malissimo -.- il libro non mi attira particolarmente e la cover non aiuta molto ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah bè allora sei tale uguale a me ;D
      Come non ti fa ad attirare questo libro proprio non lo -_-

      Elimina
  4. secondo me a te questo libro piacerà un sacco, io gli avevo dato 4* mi sembra. Voglio recuperare gli altri due

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il mio voto finale è 4! Siamo proprio in sintonia sul genere ;D
      Io voglio leggere la storia di Thiago *-*

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^