venerdì 8 aprile 2016

RECENSIONE: "Beautiful" di Alyssa Sheinmel

Buonsalve lettori, il caldo è momentaneamente sparito per lasciare il posto a un pò di pioggia accompagnata da un bel venticello. Voi non potete capire gli effetti benefici che quest'aria fa ai miei bronchi! Dunque, come ogni venerdì concludo la settimana parlandovi di un libro meraviglioso che è stato un vero e proprio colpo al cuore. All'inizio lo avevo frainteso perché non avevo ancora capito cosa nascondesse sotto la superficie, sto parlando di Beautiful di Alyssa Sheinmel, un romanzo travolgente, profondo e drammatico ma che infonde speranza. Venite a scoprire la storia di Maisie, la ragazza senza volto...

Titolo: Beautiful 
Autore: Alyssa Sheinmel
Editore: Newton Compton
Pagine: 320
Prezzo: € 10,00 ebook: € 4,99
Maisie è, a detta di tutti, una ragazza carina e fortunata. Ha una vita normale, una famiglia e un fidanzato che le vogliono bene e una passione per la corsa. Una mattina però, mentre si allena, la sua esistenza cambia in modo drammatico. Vittima di un incidente, si ritrova con il viso deturpato e, anche se potrà sottoporsi a un importante intervento chirurgico, non sarà per nulla semplice, dopo, riconoscersi e ritrovare se stessa. Alyssa Sheinmel, scrittrice apprezzata dalla critica, tratta un tema importante con una scrittura potente, raccontando il dramma di una ragazza che cerca di ricostruire la propria identità, punto di partenza per poter rinascere.

Recensione
In una mattina come tante Maisie sta correndo tenendo il tempo passo, respiro, passo, respiro. Lei ama correre al mattino presto quando la città è tutta sua e ci sono pochi passanti in giro. Per lo sforzo della corsa sente il dolore in tutto il corpo ma a lei non importa perché sta pensando a Chirag, il suo bel fidanzato e a come presto andranno insieme al ballo di fine anno. Prima di arrivare a casa inizia a piovere e un fulmine colpisce l'albero dietro di lei, un ramo si spezza e cade sui cavi elettrici trascinandoseli dietro. Maisie si risveglia in una stanza di ospedale venti giorni dopo. Ha il volto completamente fasciato e dolorante, i familiari e i medici la informano di cosa è accaduto e di come la sua vita non sarà più la stessa.

Dopo cento pagine ho abbandonato il libro. L'ho messo da parte per riprenderlo in seguito perché non ne potevo più. Mi stava mettendo una tale angoscia dentro che ho dovuto prenderne un altro di genere completamente diverso. E così è rimasto incustodito per una settimana e mi chiedevo quando lo avrei ripreso in mano per leggerne almeno un capitolo. Alla fine mi sono fatta forza perché odio lasciare i libri a metà e quello che non mi aspettavo è che lo avrei letto tutto in una sola sera. Mi è piaciuto talmente tanto che mi si stringe il cuore ad averlo abbandonato così miseramente. Il fatto è che non pensavo di trovare una storia così profondamente drammatica, allucinante, che mai nella vita uno immagina che possa sul serio accadere ad una persona. Maisie ha perduto alcuni pezzi del suo viso, per meglio dire, Maisie non ha più un viso. Quello che si ritrova ad affrontare questa povera ragazza va oltre l'umana comprensione. Gli incidenti accadono, ma come può accaderne uno di tale portata? Le prime cento pagine sono uno strazio. Il risveglio dal coma, la realtà dell'incidente, gli interventi, la fisioterapia, il dolore, il difficile ritorno a casa. Mi sono detta "basta non ne posso più. Leggo libri per distrarmi non per angosciarmi" e poi non sopportavo il punto di vista della protagonista, come a volte risultasse così fredda o insensibile a tutto quello che le stava accadendo intorno, e di come trattenesse il vero dolore dentro. Alla fine ho capito che Maisie è una ragazza straordinaria.

I genitori sono sinceri con lei e cercano di prendere insieme le decisioni più importanti. Prima dell'incidente litigavano ogni giorno adesso sono un fronte compatto... uniti contro di lei. Maisie viene sottoposta a un delicato e complicatissimo intervento chirurgico che la porta ad avere di nuovo un viso. Anche se non è più lo stesso ma pieno di cicatrici. La sua nuova vita sarà quella di una ragazza dal volto sfigurato, un mostro, come si definisce lei, e dovrà dipendere dai farmaci per sempre, che purtroppo avranno delle conseguenze sul suo corpo, sul suo cuore. Come potrà tornare alla normalità? Come potrà tornare a scuola in quelle condizioni se i suoi compagni la prenderanno in giro? Come potrà Chirag amarla ancora? Avrà ancora un ragazzo? Lui la rivorrà nonostante abbia perso le lentiggini e la fossetta sulla guancia? Queste e molte altre domande scandiranno la vita di Maisie. La vita di una sedicenne che dovrà rivedere le sue priorità, che non potrà più correre e gareggiare, che non potrà più baciare un ragazzo per paura di disgustarlo, ma che vorrà soltanto fuggire dalle persone che conoscevano il suo vecchio viso. I farmaci sono il suo salvavita ma lei li odia, per colpa loro non riesce più a studiare. Ama Chirag ma deve prendere una decisione prima di rovinargli la vita. 

L'autrice ha un modo di narrare sublime e che ha un impatto emotivo non indifferente. Ha compiuto molte ricerche per arrivare a scrivere un libro del genere e la cosa è evidente. All'inizio ho creduto che raccontasse la storia con una certa insensibilità invece non è così, perché arriva a scavare a fondo nell'anima della protagonista facendoci conoscere tutti i suoi dubbi e la sua enorme sofferenza per aver perduto una parte di sé e dei suoi sogni. Il suo rapporto con Chirag, quello con i suoi genitori, con la sua migliore amica e con i compagni di scuola. Tutto in lei è cambiato. A un certo punto ho creduto di odiare tutti inclusi i suoi genitori, a volte troppo diretti, invece c'è una spiegazione per ogni cosa. Una ventata di aria fresca arriva con l'entrata in scena di Adam che sprona Maisie a vivere di nuovo

Alla fine il libro infonde speranza, speranza per Maisie e il suo futuro, per quello che sarà. Non c'è una parte romance quindi non vi aspettate altro se non quello che vi ho descritto, e mi fermo qui perché c'è molto altro da raccontare, sopratutto quello che accade dopo, quando Maisie torna finalmente a casa. Beautiful è un libro intenso. Parecchio. E in un certo senso anche sconvolgente. Perciò... lo consiglio a ognuno di voi

Se mi chiedessero quali sono le due fasi che contano davvero e quali sono le più importanti, direi la negazione all'inizio e l’accettazione alla fine. Pensavo che avrei vomitato, pianto o urlato se avessi visto tutto questo da vicino, invece adesso raddrizzo la mandibola e le spalle.
Guarderò questo specchio ogni sera. Non smetterò fino a quando non sarò in grado di osservarmi con le luci accese, e anche allora non mi fermerò.



↓↓↓↓
E anche per questa settimana è tutto. La prossima cercherò di essere più attiva ma non vi prometto niente. Adesso mi aspetto i vostri commenti e sono davvero curiosa di sapere se avete già affrontato questa lettura o vorreste farlo. Ditemi tutto. Hasta lunes!  

18 commenti:

  1. Letto a marzo, un libro bellissimo e intenso!! anche io come te lo consiglio a tutti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo assolutamente. Un libro da leggere *-*

      Elimina
  2. Bellissima recensione. Non vedo l'ora di averlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara. Verrò a leggere la tua recensione ^-*

      Elimina
  3. Ciao V! Mannaggia a te, mannaggia... ero convintissima a non leggerlo, e poi tu mi scrivi questa recensione, fantastica e io ho i dubbi che mi stia perdendo una bellissima storia che colpisce stomaco e cuore. Sei riuscita a farmi sentire l'angoscia che provavi tu durante la lettura ç_ç Come devo fare?
    Me lo segno, dai, e nel frattempo ti auguro un buon weekend, besos :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti avevo anche scritto che non mi piaceva invece poi mi sono ricreduta quindi ti puoi immaginare quanto mi sia piaciuto. Non mi aspettavo una storia così intensa. E sì all'inizio mi stava mettendo troppa angoscia >_<
      Segnatelo e quando arriva il suo momento leggilo ^-*

      Elimina
  4. Sembra davvero bello, poi la copertina è magnifica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è stupenda. Leggilo, Ile *-*

      Elimina
  5. Io non n ho sentito parlare benissimo, a dire il vero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Mi spiace tanto. Posso capire a chi non è piaciuto perché è un libro molto forte >_<

      Elimina
  6. Attendevo questa tua recensione perché ero molto indecisa, ma adesso sono sicura di volerlo leggerlo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devi leggere Giù. Io non so se ti piacerà ma lo spero ^-*

      Elimina
  7. Sono molto indecisa su questo libro, da un lato mi incuriosisce ma dall'altro temo sia abbastanza lento ç.ç Ci penserò su ancora un po' =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, Jes. Nemmeno io capisco come ho fatto a leggerlo. Non è lento, solo la prima parte che ho trovato angosciante ma non lenta. Poi è tutto un crescendo di emozioni *-*

      Elimina
  8. beh sicuramente è impegnativo, però se è così bello lo segno e lo tengo presente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto impegnativo, Chiarè ma a mio avviso ne vale la pena ^-*

      Elimina
  9. Questo libro inizialmente non mi ispirava, ma adesso che mi sono informata di più sulla trama voglio assolutamente leggerlo *__* Bella recensione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Juliette ^-^ sono contenta di esserti riuscita a incuriosire. Questo libro è emotivamente molto forte ma da leggere assolutamente ^-*

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^