venerdì 4 agosto 2017

RECENSIONE: "Non avrai segreti" di Penelope Ward

Buongiorno carissime, come ve la state passando con questo caldo? Io bene e male, bene nel senso che in alcuni momenti (solo la mattina) riesco a sopportarlo di più, ma verso il pomeriggio, quando s'innalza ancora di più la temperatura è impossibile persino camminare. Ieri mi sono svegliata ed ero convinta di avere la febbre tanto ero accaldata e con le coperte infuocate. Qui il pomeriggio la temperatura arriva fino ai 42° e Frosinone, la mia provincia, è risultata essere la più calda d'Italia con il picco di 56°. Ragazze, rendetevi conto. Qui c'è l'inferno proprio! Già dalla prossima settimana le temperature iniziano a scendere piano piano e speriamo che sia la fine di questo caldo pazzesco. Inoltre siamo spesso senza acqua. Ce la stiamo vedendo davvero brutta quest'anno.
Dunque, oggi vi lascio con la recensione del romanzo Non avrai segreti di Penelope Ward. Avrei dovuto pubblicarla da tempo, ma il caldo mi ha impedito anche di accedere il pc. Bello, dolcissimo e speciale questo libro! 

Titolo: Non avrai segreti (autoconclusivo)
Autore: Penelope Ward
Editore: Tre60
Pagine: 288
Prezzo: € 16,40 ebook: 4,99
Sin dal loro primo incontro, l’attrazione tra Elec e Greta è irresistibile. Ma se lei è dolce e gentile, lui si comporta in modo stranamente scontroso e aggressivo. Greta però non riesce a smettere di cercarlo: è sicura che sotto quella corazza di tatuaggi e muscoli lui nasconda un cuore tenero e che, dietro il suo sguardo glaciale, ci sia un desiderio feroce, capace di portarla all’estasi. Quando finalmente Greta riesce a conquistarlo, provando sensazioni a lei sconosciute sino a quel momento, una questione famigliare costringe Elec a tornare in California… Dopo sette anni, Elec e Greta s’incontrano ancora. Lei si è ricostruita una vita, mettendo da parte i sentimenti che l’hanno tenuta a lungo legata a lui. Lui ha una nuova compagna di cui sembra essere sinceramente innamorato. Ma è davvero tutto cambiato? Quando un brivido le percorre la schiena, Greta ha un cattivo presentimento: il suo cuore sta per spezzarsi ancora…

COSA NE PENSO
Ecco un libro che mi ha piacevolmente sorpreso dall'inizio alla fine. Pensavo fosse una storia come tante... banale, semplice, divertente, non particolarmente emozionante e invece mi sbagliavo di brutto. Non avrai segreti è un romanzo appassionante, strappalacrime, dolce e fragile, in poche parole diverso dai soliti. Non è la classica storia d'amore proibita tra fratellastri, o meglio, lo è, però ti lascia con la brutta sensazione di non vedere mai un lieto fine. Tranquille, il lieto fine c'è, ma quante lacrime e sudore prima di arrivarci. Greta non aveva idea che il suo mondo si sarebbe capovolto all'arrivo di Elec. Lei vive con sua madre e il suo patrigno, il padre di Elec, e sta aspettando con impazienza di conoscere il fratellastro. Elec starà con loro per un anno intero, per frequentare l'ultimo anno di scuola e lei è così nervosa di incontrarlo che non sta più nella pelle. Ma Elec si rivela essere un completo stronzo. Non vuole stringere un legame né con la matrigna né tanto meno con la sorellastra. Non vuole stare con loro e suo padre lo tratta così male da costringerlo a rimanere chiuso in camera per tutto il tempo. Greta con la sua dolcezza e la sua caparbietà cercherà di entrare nel suo cuore, di tirare fuori quella gentilezza che Elec sa nascondere non poi così bene. Nonostante lui la maltratti spesso, anche in maniera piuttosto provocante (le ruba tutte le mutandine!) lei non si lascia abbattere dal suo caratteraccio. Con infinita pazienza Greta e Elec instaureranno un rapporto speciale, fatto di alti e bassi, di serate passate insieme e di momenti importanti. Ma all'improvviso Elec deve partire, deve tornare alla sua vita, e prima di farlo decide di infrangere le regole e di trascorrere una notte con la sua sorellastra. La notte più bella della loro vita. Elec e Greta si incontreranno sette anni dopo a causa di un terribile fatto che sconvolgerà le loro vite ancora una volta. 

Elec è un ribelle. Un tempo era tranquillo e poi ha quindici anni ha iniziato a tatuarsi e si è messo nei guai con alcol e droga. Elec ha dovuto separarsi da sua madre per una ragione in particolare e suo padre ha tutta l'intenzione di farlo rigare dritto sotto la sua custodia. Ma i rapporti tra i due è sempre teso e i litigi sono quasi all'ordine del giorno. Solo Greta riesce ad avvicinarsi a quel ragazzo schivo e prepotente. Greta è figlia unica. Ha sempre fantasticato di avere un fratello o una sorella e sperava così tanto che lei e Elec sarebbero diventati amici per la pelle, che era la contempo curiosa e titubante di conoscere il fratellastro. Ma lui si rivela all'inizio tutta un'altra persona. A scuola è il nuovo arrivato e le ragazze fanno a gara per uscire con lui. Eppure Greta riesce a scoprire in Elec un'anima fragile e spezzata, un ragazzo che ne ha già passate tante e non amato dal padre che non fa che rinfacciargli il fatto di essere una nullità. Nonostante Elec si comporti in modo impossibile con Greta lei lo prende come una sfida. Lui non fa altro che respingerla e intimidirla eppure Greta sente il bisogno di proteggerlo. E poi arriva il momento della separazione e dell'ultima notte trascorsa insieme. La più bella delle loro vite, quella che avrebbe condizionato il futuro di entrambi. Sette anni dopo Greta e Elec si ritrovano faccia a faccia per un tragico evento. Sette anni trascorsi senza sentirsi e vedersi. Lei diversa, cambiata, più matura indipendente, lui sempre bellissimo, sexy, scontroso... e in presenza della nuova fidanzata. Per lei è un colpo al cuore e la fine di tutto
PER CONCLUDERE
Questo è uno di quei libri in cui pensi che il destino sa essere davvero crudele visto che ha infierito verso queste due povere anime tutto il tempo. Ho amato Greta e Elec, li ho amati moltissimo, mi sono rimasti nel cuore, una di quelle coppie che meritava assolutamente il lieto fine, diamine! Ho sofferto, mi sono commossa più volte, ho inveito contro l'autrice e verso la fine avevo intenzione di abbandonare il romanzo e gettare tutto dalla finestra. Non volevo arrivare alle ultime pagine. Ho iniziato ad avere un sospetto e per me, che adoro i lieto fine, è stato un enorme sollievo terminare il libro. Ho ballato l'umpa lumpa? L'ho fatto. Ho sbaciucchiato il kobo? L'ho fatto. Me lo sono stretta al petto con gli occhi sorridenti e con qualche lacrima? L'ho fatto! E non mi importa di essere patetica. Abbiate pietà, io sono sensibile! Brava l'autrice che ha scritto un romanzo con uno stile semplice e scorrevole anche se una parte del finale l'avrei tagliata o inserita in un altro contesto. Elec è uno scrittore. E ha narrato la sua vita in un romanzo che vuole fare leggere a Greta. Greta lo legge ma lo leggiamo anche noi quindi ci ritroviamo a vivere quello che è accaduto all'inizio dagli occhi di Elec. E' stato bello ma un pò troppo rivivere quei momenti. Avrei voluto soffermarmi di più sui suoi pensieri che altro. Comunque non fa nulla. Il romanzo l'ho amato lo stesso, mi dispiace solo non raccontarvi altro perché ci sono diversi colpi di scena a un certo punto quindi è meglio che taccio. Ok, mi sto dilungando troppo. Libro STRACONSIGLIATO!

MOLTO BELLO

⇓⇓⇓⇓
Vi aspetto nei commenti, carissime. Anche se rispondo in ritardo risponderò a tutte. Un abbraccio grande, ci rileggiamo lunedì (l'ultima settimana del blog prima della pausa) con la recensione di Black Rose e buon weekend! 

11 commenti:

  1. Ciao Violet,come va? Non tocchiamo l'argomento caldo...prima stavo andando al lavoro e un termometro segnava 43° aiuto!!! Ma io dico se volevo temperature sahariane me ne andavo nel Sahara!! Ti pare?? Eh non ci sono più le stagioni di una volta....o forse sono io che diventando vintage sopporto meno il caldo (potrebbe essere), ma non mi ricordo tutta quest'afa nelle estati passate a parte gli ultimi anni! Mah speriamo solo che questa ondata di caldo passi in fretta, altrimenti prenderò in considerazione di trasferirmi in una stazione di ricerca al polo nord...Questo libro mi incuriosisce magari ci faccio un pensierino... (io sto leggendo La partita vincente di Kristen Callihan).
    Un salutone e che la brezza sia con te!!
    Morgana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao bella! Ma guarda, nemmeno io ricordo tutto questo caldo. Da manicomio. Ho le mura di casa infuocate come il letto, i mobili, il pavimento... non ti dico. Qui al centro farà caldo fino alla prossima settimana. Aiuto >_<
      Leggilo, leggilo! Libro davvero bello ^-*
      La partita vincente mi sta piacendo molto anche se sui dialoghi si dilunga troppo ;)

      Elimina
  2. Ciao V.! Guarda, io oggi mi sono proprio svegliata male. Già appena alzata ero super accaldata e con il trascorrere delle ore è stato sempre peggio. Mi sembra che neanche i condizionatori aiutino. Non ce la faccio più! Speriamo passi presto. Mi dispiace tantissimo per il problema dell'acqua. Deve essere una situazione drammatica. Ma come è possibile che di questi anni ci siano ancora problemi del genere? Se facessero le dovute manutenzioni, tutto questo non esisterebbe. Ma l'Italia ormai va storta...
    Mi ispira tantissimo questo libro, però ho paura di cominciarlo. Temo i patimenti d'animo che potrebbe riservarmi. Comunque prima o poi lo affronto. Non posso lasciarmelo scappare.
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro! L'acqua purtroppo è un problema serio. Hanno detto chiaro e tondo che se non piove saremo in un mare di casini. Che poi con questo caldo non fai in tempo nemmeno a farti un bagno o una doccia visto che la tolgono ogni 5 minuti >_<
      Sono di umore pessimo. Il mio paese poi non sa gestire l'emergenze. Sono un branco di fannulloni. Per il libro vai tranquilla, ne vale la pena ;D

      Elimina
    2. Non ho parole. Mi domando come si fa a lasciare intere famiglie in queste condizioni. E' uno schifo. Mi dispiace tanto, tesoro. Spero che la pioggia arrivi presto. C'è da sperare che arrivi una mano dalla Natura, perché dall'Uomo...

      Elimina
  3. Ciao V! Caldo, caldo, caldo... in questi giorni camminavo con il cervello bollito nel cranio, un'apatia colossale. Per fortuna ha appena piovuto e si è rinfrescato, speriamo di dormire come si deve stanotte!
    Parlando del libro... l'ho adorato! Anche io pensavo fosse la solita storiella dei fratellastri che si piaccioni, invece mi sono ricreduta! E mi sono innamorata di Elec a pagine tre xD Penelope Ward mi piace tantissimo, ha la capacità di prendere un clichè e rivoltarlo in modo inaspetato e originale. anche io avrei cambiato solo qualocosina nella parte finale, quando rivediamo tutto con gli occhi di Elec. Per il resto davvero bello e perfetto! ^_^ Un baciottooooo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosellì!! Manda un pò d'acqua pure qui che non piove da una vita >_<
      Infatti pensavo anch'io che fosse tutto un cliché invece la storia è davvero bella e ben fatta. Ecco avrei cambiato solo quella parte di finale del libro di Elec. Ma lui e Greta mi sono piaciuti tantissimo, fino alla lacrime *-*

      Elimina
  4. non l'ho ancora letto ma è lì pronto che mi aspetta. Sono contenta che ti sia piaciuto così tanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo devi leggere, Chiarè! Non aspettare troppo *O*

      Elimina
  5. Ciao Violet! Anche per me è stata una lettura piacevole, è stato il primo libro di questa autrice che abbia mai letto e mi ha sorpresa piacevolmente, soprattutto sul finale che ritrovo perfetto! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess!! Che bello rileggerti! Concordo pienamente. Finale perfetto ma lo avrei voluto più lungo ;D

      Elimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^