venerdì 12 gennaio 2018

RECENSIONE: "Le fragilità del cuore" di Susan Elizabeth Phillips

Ben tornate carissime. Il weekend è alle porte per la gioia di tutti. La settimana mi è letteralmente volata grazie al cielo, sono stanca e ho un dolore insopportabile alla cervicale, non ne posso più, sto diventando immune agli antidolorifici per quanti ne prendo. Sono un rottame a trentacinque anni, ma si può? Dunque, stranamente, questa settimana sto rispettando tutti gli impegni con il blog. Due recensioni in due giorni, wow! Ecco perché il tempo è matto. Vabbé, oggi vi parlo dell'ultimo meraviglioso romanzo di Susan Elizabeth Phillips dal titolo Le fragilità del cuore, una lettura che è stata tra i miei best books del 2017. Ma quanto amo questa donna? E quanto ho amato questo romanzo? Davvero tanto!

Titolo: Le fragilità del cuore Serie: autoconclusivo
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Genere: Contemporary Romance
Categorie: seconde possibilità - mistero - emozioni
Editore: Leggereditore
Pagine: 309
Prezzo: € 16,00 ebook: € 4,99

Annie Hewitt è un'attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt'altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell'isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l'inaspettato incontro con Theo Harp, l'uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell'uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un'isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore...

RECENSIONE
Susan Elizabeth Phillips. Un nome. Una poesia. Un coro di angeli. Una serenata d'amore. L'autrice romance più favolosa che ci sia. Potrei chiudere qui la recensione, giusto? Tanto avete già capito quanto io abbia amato fin nelle viscere questo romanzo. Erano un paio di anni che non leggevo più nulla di mamma Phillips e ancora mi sto chiedendo il perché. Come ho potuto essere così sconsiderata nei confronti di una donna che ci dona tante tantissime, e meravigliose emozioni? I misteri della mente umana (della mia!) sono sconosciuti. 

Ci troviamo a Peregrine Island, un'isola distante sedici chilometri dalle coste del New England e famosa meta turistica estiva. Appunto. Estiva. Ora siamo in pieno inverno, fa freddo e c'è così tanta neve che Annie Hewitt è rimasta bloccata sulla strada con la sua macchina sgangherata. Annie ha appena perso sua madre, una famosa critica d'arte che ha lasciato la figlia sommersa di debiti. Annie è ancora reduce da una brutta polmonite ed è fisicamente debole, emotivamente svuotata e terrorizzataPeregrine Island è il luogo dove ha vissuto per un breve periodo durante l'adolescenza e che le causa ancora brutti ricordi e tanta sofferenza. E allora perché è tornata? In punto di morte sua madre le ha rivelato che si nasconde un tesoro nel cottage di famiglia e ad Annie non è rimasta altra scelta che cercarlo. Forse, con quel tesoro, può estinguere finalmente i suoi debiti. Annie è una bravissima ventriloqua e in compagnia dei suoi pupazzi raggiunge con molta fatica il cottage. Ma la vista di Villa Harp, in cima alla scogliera, le evoca ancora una strana inquietudine. La presenza di Theo Harp sull'isola, il ragazzo che ha quindici anni le ha spezzato il cuore, rende le cose molto più difficili.


Theo Harp è un famoso scrittore. Vive nella grandissima casa in cima alla scogliera, composta da una torretta e tetti spigolosi. Villa Harp è il luogo in cui si è rifugiato dopo una vita colma di perdite e dolori. Lui odia quel posto eppure è lì che sta scrivendo il suo nuovo romanzo horror. Avere Annie Hewitt a Peregrine Island è come essere catapultato in un incubo. Scendere a compromessi con lei è tutt'altro che semplice. 
Annie non possiede quel tipo di bellezza raffinata che a lui piace, ma è scaltra e non ha bisogno di nessuno da cui dipendere, lei si comporta come se la vita fosse uno spettacolo di burattini. Cosa ne sa lei di notti capaci di distruggere l'anima o di una disperazione profonda? Annie crede nel lieto fine ed è per questo che lui non riesce a starle lontano. Con l'arrivo di Annie la sua prudenza svanisce, come se avesse ritrovato se stesso. La passione che sfocia tra di loro è inevitabile. Theo e Annie dovranno scendere a compromessi per non innamorarsi. La loro storia ha le ore contate. Presto Annie andrà via e forse lui la lascerà andare una volta per tutte. Ma a Peregrine Island c'è qualcosa che tormenta Annie. I pericoli che incombono su di lei sono tanti, qualcuno vuole farle del male e Theo farà di tutto pur di proteggerla e tenerla legata a se. 


Come può la SEP scrivere sempre storie così belle e originali? Come fa? Mi è strapiaciuta l'ambientazione: la gelida e isolata Peregrine Island con i suoi vecchi abitanti impiccioni e i misteri che cela dietro. Un luogo invivibile ma affascinante e spaventoso e che tiene i suoi abitanti ancorati ad esso. 
Theo e Annie con la loro diversità mi sono piaciuti così tanto. Lei cade irrimediabilmente nella sua trappola, ma ci saremmo cascate tutte noi. Lui bello, oscuro, affascinante. La Phillips ce lo mostra come un eroe gotico che cavalca un cavallo nero nella furia della tempesta. E no, non sto scherzando. Le conversazioni immaginarie che Annie ha con i suoi burattini sono uno spasso, la dolcezza di Jaycie e di sua figlia Livia che abitano a Villa Harp sono ineguagliabili perché mamma Phillips ci regala personaggi pieni di macchie ma puri dentro come solo lei sa fare. 
Tante emozioni sprigiona questo piccolo capolavoro e un tocco di mistero che fa scendere brividi lungo la schiena, un connubio particolare ma perfetto. Scorrevole, romantico, profondo un romanzo che solo la SEP era in grado di scrivere

UN INCANTO

⇓⇓⇓⇓⇓
Cosa ne pensate? Avete letto il libro?
Ancora no? Siete matte!!
Buon weekend amiche e hasta lunes!

9 commenti:

  1. GADEV!!!! Mi spiace tu non sia in formissima, dai che hai il weekend per ripigliarti!! Ho questo libro sul Kobo in attesa del momento giusto..
    Kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Morg! Questa settimana proprio stressante >_<
      Questo libro non deve attendere il momento giusto. Non è uno di quelli, fidati ^-*

      Elimina
  2. Sei sempre stata "anziana"vorrei ricordatelo. ..Questo libro potrebbe davvero piacermi, soprattutto l'ambientazione ...Credo proprio di si *Iris*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu ti stai avvicinando alla vecchiaia ;D
      Questo libro è per te. Ma proprio per te. Lo devi leggere ^-*

      Elimina
  3. Ma ma maaa che bella recensione!! Da tanto non leggo mamma SEP, mi manca :( quasi quasi mi convinci a stravolgere la lista e non leggere in inglese xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara ^-^
      Come vedo non solo la sola ad aver impunemente abbandonato la SEP. Dobbiamo fare penitenza e devi anche tu rimediare assolutamente >_<

      Elimina
  4. Cerchi una matta? Presente! Ma come ho fatto a lasciarmelo scappare? Devo assolutamente procurarmelo. Anch'io è da un bel po' di tempo che non leggo più niente della SEP e così ho dimenticato la sua magia. Mi rifarò!
    Buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo! Da te proprio non me lo aspettavo!! Come hai potuto farlo?!
      Povera SEP. Ha delle lettrici ingrate :'(
      Recupera e fammi sapere al più presto *-*

      Elimina
  5. secondo me dovrebbero fare un monumento a questa donna, davvero! Ho appena finito di leggerlo e la SEP è sempre la SEP, l'ho divorato. Non è fra i miei suoi preferiti ma è FAVOLOSO! Adoro questa donna, tanto
    PS Hai fatto una recensione bellissima

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^