giovedì 26 aprile 2018

RECENSIONE: "Il coraggio di perdonare" di Asia Da Costa

Buongiorno carissime. Pare che il caldo abbia le ore contate. Lo spero vivamente altrimenti arriviamo a giugno belli che arrostiti come lo scorso anno. Non datemi più i 42 gradi vi prego! Dunque, dopo un paio di mesi riprendo anch'io a scrivere recensioni e oggi vi parlo di un romanzo che ho letto settimane fa e che ho acquistato gratuitamente grazie all'autrice che lo ha reso disponibile per un breve periodo. Sto parlando de Il coraggio di perdonare di Asia Da Costa, autrice che ho scoperto da poco tempo e che ci racconta di una storia d'amore tormentata, sofferta fino alla fine e piena di alti e bassi. Cliffhanger assicurato. Venite a conoscere la storia di Greta e Owen e del loro amore travagliato. 

Titolo: Il coraggio di perdonare Serie: Il coraggio di perdonare #1
Autore: Asia Da Costa
Genere: Contemporary Romance
Categoria: seconde possibilità - segreti - sofferenza - emozionante - finale aperto
Editore: Self-publishing
Pagine: 322
Prezzo ebook: € 0,99

Ogni scelta detta una conseguenza. A volte, siamo costretti ad assecondare una sorte ingiusta che tira le redini di un amore sofferto e dimenticato. Grace Davis nasconde nei meandri dei suoi ricordi, l’immagine dell’uomo che l’ha abbandonata dieci anni prima. Oggi è una donna che ha costruito intorno al suo dolore, il giusto equilibrio per portare avanti un’esistenza caratterizzata da delusioni e perdite. Oggi è Megan, madre single e all’apparenza forte e determinata. Una roccia che non permette al passato di intralciare la tranquillità emotiva che ha faticosamente raggiunto. Che cosa succederebbe, però, se quell’abisso di ricordi risalisse a galla? E tutto ciò da cui è fuggita, si ripresentasse prepotentemente nella sua vita per sconvolgere tutti i suoi schemi? Ritornare indietro comporta una salita ripida e tortuosa, la meta è lontana e inarrivabile. Quanto alto può essere il prezzo da pagare, per proteggere sé stessi dalla devastazione? Owen Riley, ex Marines, porta il peso di un grosso rimpianto. Si è arreso al dolore che lo ha colpito quando ancora ogni parte di sé, mostrava i segni di un amore sopravvissuto ad un’atroce verità. E se tu tutto quello che si conosce è solo la superficie di un momento significativo della tua vita, mentre nelle profondità vive un dolore mai assopito? Saremo abbastanza coraggiosi da rischiare di intagliare un cuore ferito?

RECENSIONE
Sono sempre alla ricerca di romanzi Made in Italy perché, negli ultimi anni, ho scoperto delle autrici valide e in gamba, nulla da invidiare alle loro colleghe americane. Attraverso un'app del cellulare (Kindle gratis) ho scoperto questo libro che mi era sfuggito dalle continue ricerche che ogni giorno faccio su Amazon. Sono ossessionata in un modo che non potete capire. Io e Amazon andiamo d'amore e d'accordo anche se ogni tanto mi fa arrabbiare. Detto questo, Asia Da Costa è stata una bella e nuova scoperta. Il suo romanzo è emozionante eppure contiene diversi "ma" che un pò mi hanno fatto storcere il naso

Grace/Megan è un'editor. Lavora alla Moore Editor e i romanzi sono la sua grande passione. Lavorare per questa casa editrice ha contribuito al lancio del suo blog, il Wine and Books, uno dei più seguiti. Gran parte del merito è dovuto a un team di donne strampalate che sono le sue colleghe nonché migliori amiche, tra cui un'autrice di romanzi famosissima in tutto il paese e una delle agenti letterarie più importanti di San Diego. Ma la vita di Grace non è tutta rose e fiori. La sua infanzia è stata difficile, una continua lotta contro il male che l'ha logorata da dentro. Grace è introversa, diffidente, ha smesso di fidarsi di qualcuno molti anni prima, la sua unica gioia è Ashley, sua figlia di nove anni. Owen è l'uomo che ha distrutto il suo cuore tanti anni prima, lasciandola sola. Ora è tornato ed è intenzionato a riconquistarla. 


Oggi Owen è un uomo pentito. Ha abbandonato l'unica persona che abbia significato qualcosa per lui e adesso è tornato in America per ridare un senso alla sua vita. Owen è un ex marines che soffre di insonnia a causa della terribile esperienza che ha vissuto in Afghanistan, ma le sue sofferenze sono iniziate anni prima, quando ha perso i genitori in un terribile incidente. Per questo ha bisogno di chiedere aiuto, per essere oggi un uomo migliore nei confronti di Grace, la ragazza che ha abbandonato senza una spiegazione. 
Lui e Grace si sono conosciuti quando avevano entrambi tredici anni. Lui era vivace lei era il suo esatto opposto. Grace era una ragazzina introversa e non legava con nessuno. Pensava fosse timida, ma il motivo era ben lontano da quello che poteva immaginare. Adesso Owen vuole riconquistare l'unica ragazza che non ha mai dimenticato, ma la strada che gli si para davanti è tutta in salita e Grace nasconde un segreto che potrebbe distruggere di nuovo il loro ricongiungimento. 


Ci ho messo un pò più del solito a terminare questo libro e il motivo è semplice: la lentezza con cui scorrevano le pagine. A mio avviso troppo ma troppo introspettivo. Va bene analizzare i problemi e le paranoie mentali ma se, ripetute in ogni capitolo, diventa tutto eccessivamente pesante e la storia non arrivare mai a subire un'evoluzione come dovrebbe. Certi capitoli erano più scorrevoli altri molto lenti. 
Devo dire che nemmeno con il personaggio di Grace sono riuscita ad entrare in sintonia perché, nonostante avesse una figlia di nove anni, preferiva divertirsi e uscire con le amiche, infatti i momenti trascorsi con la figlia erano ben pochi. Capisco sia un romanzo e non una storia vera ma mi ha dato la sensazione di una triste realtà che molti ragazzini vivono al giorno d'oggi. Questa figlia sempre abbandonata dalla nonna perché la madre troppo presa a struggersi per il ritorno dell'uomo che ha sempre amato. Ecco, io Grace l'avrei ammazzata per i suoi atteggiamenti spesso infantili e drammatici, capisco il suo passato ma sembrava tutto fuorché una madre. Ho trovato più mature le sue amiche, un gruppo di donne completamente matte, tra cui Brenda che inizia una storia con il migliore amico di Owen. 
Owen l'ho apprezzato di più perché prova ad affrontare i suoi problemi e perché capisce l'errore che ha commesso in passato. Dopo una buona metà del libro, la storia subisce una svolta e diventa più scorrevole arrivando all'epilogo in poco tempo. Visti i fatti, un'epilogo prevedibile eppure assolutamente giusto che getta le basi per il secondo romanzo, e che non credo sarà invece così prevedibile visto che mi sono già anticipata qualcosa, ahimé. Spero di riuscire a leggerlo presto prima dell'uscita del terzo ed ultimo volume. 

NON MALE EPPURE CON DIVERSI "MA"

La serie è composta da:
1. Il coraggio di perdonare
2. Il coraggio di restare
3. Ancora senza titolo

⇓⇓⇓⇓
Cosa ne pensate?
Avete letto questo libro? 

9 commenti:

  1. Uhm.. Mi sa che questo libro non fa per me.. Sono molto indecisa aspetterò che siano usciti anche i seguiti e poi vedrò .
    Bentornata !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Morg, mi dispiace. Spero anch'io che i seguiti saranno migliori ^-*

      Elimina
  2. Onestamente non mi prende più di tanto. Quando poi non si riesce ad entrare in sintonia con la protagonista, si parte già con il piede sbagliato. Considerata la lista infinita di arretrati che ho, mi sa che passo questa volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace bella. Purtroppo la protagonista non l'ho tanto digerita ma sono molta fiduciosa per i seguiti 😊

      Elimina
  3. Non credo che questo libro faccia x me...Anche non leggendolo mi basta la tua recensione x provare antipatia per i personaggi *Iris

    RispondiElimina
  4. Sinceramente mi aspettavo qualcosina di più ^^" Non so... per adesso passo dai, non sono totalmente convinta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi aspettavo qualcosina di più ma la storia non è male. Sono sicura che il seguito sarà meglio 😊

      Elimina
  5. Salve,
    è doveroso da parte mia ringraziare il blog per la recensione, mi dispiace solo di non aver ricevuto nessun tag e quindi l'ho trovata per caso oggi su google, questo spiega il mio ritardo nel commentare. Detto questo, vorrei puntualizzare alcuni punti. In primis, ci tengo a dire che prima di immergermi nel pseudo mondo dello scrittore ( non mi sento tale, ma mi accingo ad esserlo) sono stata recensore per più di 10 anni, comprendo la difficoltà nel raccontare un romanzo senza rischiare spoiler, e soprattutto senza avvalermi di frasi scritte da altri per mettere in chiaro un pensiero. Dico ciò perché non ho potuto non notare alcune frasi, determinanti tra l'altro, tratte dal mio romanzo e quindi scritte da me, tuttavia non è un problema, resta solo il fatto che lo stesso recensore comprenderà quanto scrivere sia non proprio una passeggiata. Un altro aspetto importante riguarda, a mio parere, le giovani madri. Essere madre non vuol dire non avere amicizie, non uscire di casa e non avere una vita sociale. La mia storia è una trilogia, e mi avvalgo dei miei anni da lettrice e recensore per dichiarare che un romanzo, come in questo caso del primo di tre, non va mai giudicato prima del terzo libro. Ashley, la bambina, ha un ruolo importante nel 2 e 3 libro, il primo è più concentrato su Owen, il suo ritorno e la reazione di Grace. Infine, ringrazio ancora per avermi recensito e a questo punto sono troppo curiosa del vostro pensiero sul secondo volume, contattatemi pure alla mia mail asiadacosta30@gmail.com per l'invio del romanzo numero 2, è doveroso da parte mia farlo. Distinti saluti. :)

    RispondiElimina

Caro lettore, leggere un tuo commento è per me una cosa preziosissima. Se il post ti è piaciuto lascia un segno del tuo passaggio, prometto che ti risponderò presto, e se ti va condividilo su Google+.
P.S. Se volete affiliarvi con Libri D'incanto mandatemi una mail o lasciate un commento nella sezione del menù "Affiliazioni". Non nel post, per favore.
P.P.S. Se volete farmi conoscere i vostri giveaway mandatemi semplicemente una email. Grazie ^-^